Turismo

Nuovo dpcm, assessore Berrino: “Le misure preoccupano il settore alberghiero”

Nella bozza anche un passo indietro: divieto della ristorazione serale all'interno degli hotel

Genova. “Il nuovo Dpcm, attualmente all’esame delle regioni, desta ulteriore preoccupazione per la situazione economica delle attività legate alla ristorazione e all’accoglienza turistica”, lo afferma l’assessore regionale al Turismo di Fratelli d’Italia Gianni Berrino.

“E’ in vista un ulteriore disagio per questo settore, in una situazione in cui la crisi economica diventa sempre più assillante. Nella bozza del nuovo Decreto del Presidente del Consiglio, infatti, l’entrata in zona arancione prevede un grave passo indietro: divieto della ristorazione serale per gli hotel, mentre per i clienti delle strutture prive di ristorante, non sarà consentita la ristorazione presso terzi”, spiega l’assessore.

“Analizzando la bozza del nuovo Dpcm risulta evidente come le disposizioni che riguardano le attività alberghiere e la ristorazione non facciano presagire nulla di positivo”, conclude Berrino.

Più informazioni
leggi anche
  • Linea dura
    Spostamenti, ristoranti, cinema, scuola: svelata la bozza del nuovo dpcm. Ecco cosa (non) cambia
  • Covid
    Firmato il primo dpcm Draghi, in vigore fino al 6 aprile: scuole chiuse in zona rossa e Pasqua senza feste
  • Allarme
    Crisi Covid, speculatori stranieri all’assalto degli alberghi in riviera: “Siamo sotto assedio”