Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Caos per la neve in Liguria, Autostrade si giustifica: “I camionisti non hanno rispettato le regole”

Il direttore di tronco Nanni: "La nevicata intensa ha impedito il deflusso. Inutile protestare, c'era il divieto per i tir"

Genova. “Mi stupisce molto vedere parecchi camion che, ancora alle 17.00, erano dentro l’autostrada. Dalle 8.30 di mattina, come da piano neve, è entrato in vigore il divieto assoluto di ingresso in autostrada dei mezzi pesanti. Se non si rispettano le regole e poi si resta bloccati, generando problemi anche ai mezzi leggeri, è inutile poi protestare”. 

Così il direttore del primo tronco di Autostrade per l’Italia, Mirko Nanni, in una nota diffusa dalla società risponde alle critiche (quelle del presidente Toti ma soprattutto quelle dei trasportatori) dopo il caos generato dalla nevicata che si è abbattuta sull’entroterra della Liguria. Secondo Nanni i problemi sono da imputare anzitutto ai camionisti che non avrebbero rispettato il divieto.

“Comprendo tutti i disagi e vi assicuro che da stamattina presto i nostri 700 colleghi di viabilità stanno facendo di tutto per gestire al meglio la situazione – aggiunge Nanni – Bisogna però tenere conto che diverse condizioni non facilitano i nostri interventi: alcune tratte autostradali con noi confinanti, come la A6, sono state chiuse per parecchie ore. Inoltre su diverse tratte di viabilità ordinaria, come ad esempio a Busalla sulla A7, la nevicata intensa ha completamente coperto le strade e questo ha rallentato o reso impossibile il deflusso dalla nostra rete“.

Bisogna tutti essere consapevoli che il territorio ligure è molto complesso dal punto di vista viabilistico e quindi necessita di misure drastiche in alcuni casi, soprattutto per evitare conseguenze peggiori. Io penso che in queste situazioni di difficoltà bisogna fare di tutto per risolvere i problemi in modo coordinato, e per questo ringrazio la protezione civile regionale e la polizia stradale che stanno facendo il massimo insieme a noi. Non molliamo finché non avremo riaperto l’ultimo tratto di autostrada”, conclude il direttore di tronco.