Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Parco di Portofino, l’emergenza è finita ma il cemento è rimasto. Il sentiero delle Gave ancora da ripristinare

Alla Sovrintendenza era "stato promesso" il completo ripristino entro il 15 aprile, ma oggi l'intervento è in ritardo

Genova. C’era stato l’impegno di rimuovere la colata di cemento rimasta entro pochi mesi, ma ad oggi, con la stagione escursionistica e turistica già iniziata, ancora non si è visto nessun piccone.

Stiamo parlando del sentiero delle Gave, che i giorni successivi alla mareggiata di fine ottobre era stata considerata l’unica strada percorribile per arrivare a Portofino: per questo motivo si era provveduto al rinforzo del sentiero con una rampa di tubi innocenti e una colata di cemento. Anzi, durante i giorni successivi era stata anche ventilata l’asfaltatura di una carreraccia utilizza dalla forestale.

La cosa, ovviamente, non aveva mancata di suscitare polemiche: in moltissimi, infatti, aveva visto questo intervento come uno scempio evitabile. Su tutti Italia Nostra, che per prima aveva lanciato l’allarme per un eventuale “sdoganamento” dei vincoli di un territorio pregiato quanto delicato come il parco di Portofino.

La levata di scudi era arrivata anche in consiglio regionale, con la giunta Toti che aveva difeso l’intervento in virtù dell’emergenza, condannando l’ambientalismo “peloso” di taluni. Nei giorni successivi era stata depositato anche un esposto alla Corte dei Conti accertare un eventuale danno erariale.

Dall’amministrazione civica di Santa Margherita erano quindi le rassicurazioni per un ripristino del paesaggio, ma ad oggi, passati diversi mesi, solo due piccole parti di “colata” sono state rimosse: due passaggi la cui pendenza metteva seriamente a rischio gli escursionisti. Ma il grosso del cemento è ancora lì.

Una situazione che presto potrebbe tornare a infiammarsi; l’opposizione in Regione, infatti, sta scaldando le polveri: il vicepresidente della commissione ambiente, Luca Garibaldi, ha infatti presentato un’interrogazione: “Nel corso del sopralluogo effettuato il 18 febbraio scorso e a cui era presente, tra gli altri, il presidente del Parco di Portofino e sindaco di Santa Margherita Ligure, si era detto che entro il 15 aprile le aree in questione sarebbero state ripulite e riportate allo stato originario. A quasi un mese da quel termine e a tre mesi dal sopralluogo non è stato fatto nulla. Per quale motivo? Come si intende procedere per ripristinare i sentieri Gave e Mulino del Gassetta?”.