Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Cemento nel parco di Portofino, Legambiente: “Pasticcio e danno senza logica. Chiediamo risposte e ripristino del sentiero”

Anche l'associazione ambientalista chiede intervento immediato e trasparenza

Genova. Cresce la polemica per le condizioni del sentiero delle Gave del parco di Portofino, segnato da decine di metri di cemento che in teoria doveva essere rimosso già da tempo.

Dopo l’allarme di Italia Nostra, arriva la condanna di Legambiente: ““Ci aspettavamo un atto di responsabilità da parte del sindaco di Portofino, Matteo Viacava, della Soprintendenza e del sindaco di Santa Margherita, Paolo Donadoni, visto che si erano impegnati al ripristino del sentiero e invece, come invece è evidente, ciò non è avvenuto – dichiara Massimo Maugeri, consigliere presso la Comunità Parco di Portofino per le associazioni ambientaliste e membro del direttivo regionale Legambiente Liguria – Inoltre, ad oggi, siamo ancora in attesa di sapere con quali capitoli di bilancio sono stati finanziati i lavori”.

Secondo Maugeri, inoltre, al danno ambientale potrebbe aggiungersi quello economico: “Non dimentichiamo che ci potrebbe anche essere il rischio che i privati, sentendosi danneggiati, facciamo un’azione di rivalsa nei confronti di chi ha svolto il lavoro. Insomma un pasticcio che ha arrecato in primo luogo danno al parco senza nessuna logica, visto che sarebbe stato sufficiente seguire le procedura indicate dalla protezione civile, quando ci si trova in casi come questo di emergenza”.

“A distanza di mesi nulla è cambiato – conclude Massimo Maugeri – Chiediamo risposte e soprattutto il ripristino del sentiero così come promesso dagli amministratori”.