E tutti vissero...

Strada asfaltata nel parco di Portofino, retromarcia del Comune ma non per rispondere a Italia Nostra

Il percorso asfaltato non è più considerato necessario

Santa Margherita Ligure. Alla fine, dopo esposti ai carabinieri, indagini e soprattutto molte polemiche, la strada che stava sorgendo nel parco di Portofino, sul percorso tra Paraggi e Nozarego, è stata stoppata. Il sindaco di Santa Margherita Paolo Donadoni – era lui che aveva fatto avviare i lavori per trovare una strada alternativa a quella crollata con la mareggiata del 29 ottobre – ha deciso di fermare tutto.

La motivazione? Non legata a tematiche ambientaliste, non solo almeno, ma al semplice fatto che con la realizzazione di un altro percorso, quello da Portofino Vetta, e l’imminente attivazione del bus navetta – traghetto da San Michele di Pagana, quella striscia d’asfalto tra i boschi del parco non è più necessaria.

L’intervento sul sentiero delle Gave, in particolare, aveva fatto storcere il naso agli amici del parco di Portofino perché oltre alla carreggiata si era creata anche una sorta di soprelevata in tubi innocenti per rendere il percorso meno accidentato a bici e scooter. Se quest’ultima potrebbe essere smontata nel giro di breve tempo, diversamente sarà per la lingua di bitume. Che, alla fine, potrebbe anche restare lì dov’è, previo nulla osta della direzione del parco.

Più informazioni
leggi anche
  • Che cosa è?
    Parco di Portofino e la pista dello scandalo. Carabinieri forestali indagano su cantiere senza nome
  • L'attacco
    Portofino, iniziativa soprintendenza per rimozione cemento nel parco. Italia Nostra: “Ripristinare il danno”
  • Ancora lì
    Parco di Portofino, l’emergenza è finita ma il cemento è rimasto. Il sentiero delle Gave ancora da ripristinare