Quantcast
Dopo la rissa

Sampierdarena, chiuso per un mese il Tge di via Dottesio

Forze dell'ordine e mezzi di trasporto

Genova. Il Questore di Genova ha adottato il provvedimento di chiusura per 30 giorni al bar TGE di Via Dottesio.

All’origine del provvedimento di temporanea sospensione dell’attività una rissa scoppiata nel locale, e poi proseguita all’esterno, il 21 ottobre scorso, tra un gruppo di sudamericani alterati dall’assunzione eccessiva di sostanze alcoliche.

Peraltro, lo stesso locale è stato oggetto di numerosi controlli dagli agenti del Commissariato di Cornigliano per l’assidua frequentazione da parte di soggetti pregiudicati e socialmente pericolosi.

Frequenti, inoltre, le richieste di intervento dei residenti esasperati per i continui rumori, soprattutto notturni, i litigi e i comportamenti antisociali tenuti dagli avventori del locale spesso ubriachi e molesti.

Il locale, nel marzo e giugno 2015, era già stato sottoposto alla sospensione della licenza di somministrazione di alimenti e bevande, la prima volta per 15 giorni, la seconda per 25, fino alla definitiva revoca da parte del Comune di Genova al titolare che oggi è iscritto nel libro paga come dipendente.

Il decreto, valido per 30 giorni, è stato notificato nella giornata odierna al nuovo gestore del locale, una cittadina dell’Ecuador di 42 anni, moglie del vecchio titolare.

leggi anche
Bruco, il degrado del fratello minore
Ieri sera
Sampierdarena, battesimo ‘rumoroso’ al Tge: intervengono le volanti
Bruco, il degrado del fratello minore
Assemblea pubblica
Sampierdarena, Garassino contestato al centro civico Buranello: “Rumenta, amico di Casapound”