Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Amiu, cambio al vertice: Tiziana Merlino verso l’addio all’incarico di direttore generale

L'avvicendamento in un momento molto delicato per la società, tra rinnovo del contratto di servizio e progetto del "nuovo Scarpino"

Più informazioni su

Genova. Sono circolati così tanti rumors negli ultimi mesi sul fatto che Tiziana Merlino, direttore generale di Amiu, fosse più che in dubbio nel suo ruolo a capo della azienda che quasi potrebbe non considerarsi una notizia, l’ennesima voce. Questa volta, però, l’indiscrezione è legata più che mai alla realtà.

Merlino, tre anni dopo la sua nomina, lascerà l’incarico. L’informazione viene confermata sia in ambienti di Amiu sia dell’amministrazione genovese. Non ci sono ancora stati annunci ufficiali e sulla questione si mantiene grande riserbo, ma soprattutto il posto non potrà restare vacante, specialmente in una fase così delicata per l’azienda.

Ricordiamo che, dopo due anni assai difficoltosi per gli effetti del crollo di ponte Morandi, proprio quando i conti – anche grazie a più iniezioni in bilancio da parte del Comune – iniziavano a mettersi a posto, all’orizzonte ci sono importanti appuntamenti: tra le altre cose il 31 dicembre 2020 scade il contratto di servizio sottoscritto ormai oltre trent’anni fa con il Comune, inoltre c’è la riorganizzazione del servizio in ambito metropolitano.

Il cambio della guardia avverrà solo una volta trovato l’accordo con il nuovo direttore generale il cui nome resta top secret e che avrà il compito di gestire queste partite importanti.

Tiziana Merlino, però, potrebbe non lasciare Amiu definitivamente. Piuttosto, la manager, andrebbe a ricoprire un altro ruolo strategico. Merlino dall’estate 2019 è anche nel consiglio di amministrazione di Iren, la multi-utility di cui il Comune di Genova è azionista e che si è aggiudicato il bando di progettazione e costruzione del futuro impianto di trattamento dei rifiuti a Scarpino. Da luglio 2020, poi, è membro del cda di Finale Ambiente di cui aveva rivestito il ruolo di direttore prima di approdare ad Amiu.

All’indomani della notizia pubblicata da Genova24 il presidente di Amiu Pietro Pongiglione fa ulteriore chiarezza ma non smentisce la notizia: “Con riferimento ad alcune indiscrezioni di stampa, tengo a ricordare che Amiu Genova dovrà affrontare nel prossimo futuro nuove sfide per avviare la realizzazione di quella dotazione impiantistica indispensabile per chiudere il ciclo dei rifiuti sul territorio. Pertanto, su indicazione del socio, si rende necessaria la creazione di una nuova unità organizzativa dedicata”, spiega.

“La dottoressa Tiziana Merlino, con la sua conoscenza aziendale e la sua esperienza nel settore, si è resa disponibile a ricoprire questo ruolo, lasciando quindi l’incarico fino a oggi ricoperto, ma assicurando, in totale continuità, tutte le attività a supporto dell’avvio del nuovo contratto di servizio con Città Metropolitana fino all’individuazione di un nuovo direttore generale – continua Pongiglione – a tal fine Amiu Genova indirà nel più breve tempo possibile un apposito bando, il percorso che ho brevemente indicato sarà oggetto di valutazione, approfondimento e delibera degli organi societari nei prossimi giorni”.