Scontri a Corvetto, due manifestanti a processo per resistenza e lancio oggetti pericolosi. Presidio sotto il tribubale - Genova 24
Day after

Scontri a Corvetto, due manifestanti a processo per resistenza e lancio oggetti pericolosi. Presidio sotto il tribubale fotogallery

Una trentina di persone sta aspettando l'esito del rito per direttissima di questa mattina

Genova. Si svolgerà a partire dalle 13 il processo per direttissima a carico dei due manifestanti arrestati ieri per resistenza e lancio di oggetti pericolosi per gli scontri avvenuti ieri in piazza Corvetto nel corso della manifestazione antifascista contro il comizio di Casapound.

Fuori dal tribunale una trentina di persone attende l’esito dell’udienza: l’appuntamento è stato dato ieri sera a margine dell’assemblea informale tenutasi durante il presidio sotto la questura di Genova che chiedeva il rilascio dei manifestanti.

Dopo la manifestazione, infatti, almeno duecento persone hanno dato vita ad un corteo che ha raggiunto il centro decisionale della polizia genovese, dove erano in stato di fermo di due manifestanti. Il presidio ha bloccato Viale Brigate Partigiane per diverse ore. Poi la notizia del rilascio, con provvedimento cautelare, e il conseguente termine della manifestazione.

leggi anche
Scontro a Corvetto e presidio questura comizio casapount antifascisti
Pericolo per tutti
Scontri in piazza, sindacato polizia: “Se pericolosi comizi possono essere autorizzati con limitazioni nella logistica”
origone giornalista ferito
Solidarietà
Scontri in piazza, giornalista malmenato dovrà essere operato. Le immagini della carica
Presidio antifascista comizio Casapound
Le forze dell'ordine
Scontri tra antifascisti e polizia a Corvetto, il questore: “Non si poteva vietare comizio, non esercitiamo forza se non di fronte a offesa”
Presidio antifascista comizio Casapound
Centro blindato
Comizio di Casapound, scontri nel centro di Genova tra antifascisti e polizia. Corteo e presidio davanti alla Questura
Generica
Scarcerati
Scontri Corvetto, obbligo di firma per i manifestanti arrestati. “Ho fatto una cavolata, ho moglie e figli”