Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Primavera 1: il Genoa piega la Fiorentina in pieno recupero risultati

Il ritorno al calcio giocato per la massima categoria giovanile italiana sorride al Genoa di Chiappino: 2-1 ai toscani, grazie a Dumbravanu e Cenci

Genova. Riparte con una vittoria casalinga il Genoa primavera, che nella sfida di oggi ha piegato nei minuti finali una ottima Fiorentina. Un ottimo inizio di 2021 per i rossoblù, con la ripresa del campionato di Primavera 1.

A Begato 9 Chiappino ha schierato Agostino; Serpe, Dumbravanu, Gjini, Zaccone; Turchet, Eyango, Besaggio; Boli, Estrella, Kallon. I viola di Aquilani hanno risposto con Chiorra; Chiti, Fiorini, Frison; Pierozzi, Agostinelli, Corradini, Bianco, Ponsi; Di Stefano, Munteanu. A dirigere la gara è stato Bordin di Bassano, coadiuvato da Moroni e Biffi.

I primi a farsi avanti sono gli ospiti, che al 6′ hanno una buona occasione con Monteanu, mentre il Genoa deve attendere il 15′ per farsi vedere dalle parti di Chiorra, senza grande fortuna. I rossoblù vanno però vicini al vantaggio al 20′ con Estrella.

Otto minuti dopo Serpe atterra Monteauno in area: rigore netto, sancito dal fischio dell’arbitro. Sul dischetto si presenta Fiorini, ma Agostino è più bravo e neutralizza il tiro del capitano della Fiorentina. Per l’estremo difensore genoano una grande prestazione, ribadita pochi minuti dopo da un difficile intervento su Chiti, che trova la porta di testa.

Il vantaggio del Genoa giunge così un po’ a sorpresa, anche se preceduto da un belk tiro di Dumbravanu. Un calcio d’angolo sfocia in un cross alto, sul quale è proprio Dumbravanu ad avventarsi, siglando il gol del provvisorio 1-0, risultato sul quale le squadre vanno a riposo.

Al ritorno in campo la Fiorentina non si dimostra per nulla rassegnata. Pericolosi dopo quattro minuti, al 9′ i viola equilibrano la gara con Di Stefano, bravo a sfruttare l’errore difensivo di Serpe. Sulla ritrovata parità, la gara allenta i suoi ritmi: attorno al 20′ sono soprattutto i calci piazzati a generare le azioni più interessanti, ma le emozioni sono poche. La gara scivola inesorabilmente verso una conclusione che pare segnata per lunghi minuti.

La svolta giunge a tre minuti dal 90′: Ponsi commette fallo su Kallon, riceve la seconda ammonizione e lascia i toscani in dieci. Il Genoa tenta così un ultimo assalto, sfruttando anche i molti minuti di recupero, dovuti anche a un infortunio di Bianco. Al ’95 Kallon scende sulla destra e piazza in area un bel cross, che trova Cenci pronto e preparato: come nel caso del primo gol, anche qui una incornata rende inutile l’intervento del portiere viola.

Il Genoa inizia l’anno solare con una vittoria, frutto di una gara solida e senza grandi sbavature, soprattutto caparbia. Tre punti che possono pesare davvero, ora che si torna a giocare e ci saranno da recuperare molte gare.