Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Coronavirus, spettacoli sospesi anche al Teatro Nazionale e al teatro Della Tosse

Genova. Altri spettacoli cancellati o sospesi nei teatri genovesi per l’emergenza Coronavirus.

Il Teatro Nazionale di Genova informa che tutti gli spettacoli sono sospesi sino al 3 aprile 2020, in seguito alle disposizioni previste dal DPCM del 4 marzo 2020 per contrastare il coronavirus. Il Teatro comunicherà agli spettatori ulteriori informazioni per la gestione di biglietti e abbonamenti tramite il sito internet e i propri canali social appena possibile.

Ecco la situazione al teatro della Tosse: in base alle disposizioni del DPCM 04.03.20 l’attività di programmazione è sospesa da oggi fino al 3 aprile 2020 compreso, in tutte le sale di nostra competenza: Teatro Sant’Agostino (Sala Trionfo, Sala Campana) – LaClaque / Sala Agorà – Teatro del Ponente, fatte salve successive modifiche normative.

Il personale del teatro resta a disposizione ed invita il pubblico a continuare a seguire i canali social e il sito www.teatrodellatosse.it per ulteriori e più dettagliate informazioni.

I biglietti acquistati in biglietteria verranno rimborsati ; sarà necessario presentarsi con i propri biglietti alla biglietteria del Teatro della Tosse a partire da martedì 10 marzo fino a mercoledì 8 aprile negli orari di apertura (da martedì a venerdì dalle ore 14 alle 19; sabato dalle ore 15 alle ore 19 ).

I biglietti acquistati on-line verranno annullati automaticamente e i rimborsi saranno accreditati sulla carta utilizzata al momento dell’acquisto. Le tempistiche di accredito possono variare in base alla banca.

“A seguito delle sollecitazioni del mondo cultura si precisa che il decreto del presidente del Consiglio dei Ministri sull’emergenza coronavirus all’art 1 comma b stabilisce che sono sospese le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura, ivi inclusi quelli cinematografici e teatrali, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato, che comportano affollamento tale da non consentire il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro”. Lo precisa l’assessore regionale alla Cultura Ilaria Cavo.

“Il decreto lascia formalmente la decisione ai responsabili delle singole strutture – conclude Cavo – E come conseguenza delle misure prescritte dal Dpcm, hanno comunicato la loro chiusura, per esempio, i teatri quali il Carlo Felice, il teatro Nazionale di Genova, il teatro della Tosse e il Politeama Genovese che sospenderanno la loro attività fino al 3 aprile”.