Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Lettere al direttore

Via Dufour, l’intervento di un cittadino evita ennesimo abbandono di rifiuti

Un cittadino aveva sorpreso una coppia abbandonare una lavatrice accanto al cassonetto

Più informazioni su

Genova. Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un residente in via Dufour a Cornigliano.

Ieri sera intorno alle 22:30 faccio un giro per il quartiere, transito da via Dufour e non credo ai miei occhi, due cittadini (non italiani) escono da un portone, lui con una lavatrice sulla schiena e la compagna al seguito a fare da palo.
Prontamente mi fermo in mezzo alla strada e scendo dall’auto, perchè erano in procinto di andarsene dopo aver depositato l’ingombrante sul marciapiede (sarebbe rimasto li per mesi), quindi gli chiedo. Ma non la lascierete mica li? Lei mi risponde.. perchè? Guarda se la vuoi è ancora funzionante con un sorriso beffardo. Lui mi guarda tutti fanno così, non si può?
E no signori non si può, sono atti che vanno oltre l’indecenza, purtroppo ci sono ancora persone con spiccate ignoranza e pochezza morale che decidono di abbandonare rifiuti nell’ambiente. Un atto vile e criminale. La nostra amministrazione comunale sta facendo il possibile per contrastare la stupidità e l’imbecillità di alcuni, ma tant’è…
Lo invito a riportarsela in casa e ne nasce una discussione, i toni si alzano, nel frattempo mezza via Dufour alle finestre e sui balconi assiste alla discussione e cominciano ad arrivare le urla dei cittadini esasperati, vergogna! Vergogna! Chiamo i carabinieri! Siete la vergogna del quartiere! Altre urla non si possono scrivere, intanto le auto in coda dietro di me spengono i motori e assistono increduli alla scena…
L’uomo a questo punto spinto da un senso di vergogna, riprende la lavatrice e la riporta in casa, dopo torna indietro e mi chiede scusa, io gli fornisco il numero da chiamare per il ritiro ingombranti 010 8980 800 con la promessa che non lo farà più. Speriamo.
Tutto finisce con una stretta di mano.
Il quartiere è lo specchio delle nostre azioni, se vedi gesti incivili è giusto intervenire, il nostro quartiere è la tua casa! Girarsi sempre dall’altra parte fa vivere male te e l’intera comunità.