Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Strada a mare Guido Rossa, in autunno arriva l’autovelox fisso

Stretta di Tursi e polizia locale sulla sicurezza stradale: rilevatori di infrazioni agli incroci più pericolosi, etilometri e nuovi tele-laser

Genova. Arriverà in autunno l’autovelox fisso sulla strada Guido Rossa. Lo ha detto l’assessore comunale alla polizia locale Stefano Garassino a partire della presentazione dei 19 autoveicoli che rinnoveranno il parco mezzi dei cantuné. “Gli uffici si stanno già muovendo per formulare la richiesta di offerta – ha spiegato – per cui sarà questione di pochi mesi”. Oltre all’autovelox fisso, saranno acquistati un altro autovelox mobile, tre tele-laser e tre rilevatori automatici di infrazioni semaforiche.

“Sono soddisfatto – spiega il comandante della polizia locale Luca Giurato – perché ho fatto presente un problema rilevante di sicurezza stradale in città e l’amministrazione è stata molto sensibile”. In base ai dati del 2016 forniti da ministero dei Trasporti e Aci Genova è la città con il rapporto peggiore tra incidenti e numero di abitanti. E la situazione al momento non sembra migliorata: “Quest’anno – spiega il comandante abbiamo già avuto circa 3000 incidenti stradali di cui 11 mortali. Sicuramente l’orografia della città e il gran numero di utilizzatori di scooter e moto incide su questi dati ma alcool e velocità hanno una parte importante di responsabilità”.

Per l’installazione dei rilevatori automatici agli incroci, la polizia locale sta analizzando dati alla mano quelli considerati più pericolosi. Tra questi in cima alla lista c’è l’incontro tra corso Torino, corso Sardegna e via Tolemaide, poi quello tra corso Torino e via Invrea e sempre alla Foce scendendo verso mare quello con via Barabino