Quantcast
Genova

Posti di blocco e controlli nei centri commerciali: a Pasqua allerta massima per il rischio attentati

Dopo Bruxelles, anche a Genova si alza la soglia di attenzione

Genova. Festività pasquali e allerta massima terrorismo dopo gli attentati di Bruxelles: così anche a Genova si alza la soglia di attenzione e si intensificano i controlli in particolare attraverso attività di pattugliamento del territorio e di vigilanza nei luoghi di aggregazione.

In particolare, l’Ufficio Prevenzione Generale ha incrementato gli ordinari posti di controllo ed istituito in via straordinaria posti di blocco che prevedono l’utilizzo di più pattuglie e misure specifiche come la segnaletica di rallentamento che consente agli operatori di osservare con più attenzione gli occupanti dei veicoli in transito.

Dal 14 marzo al 23 marzo scorso sono stati effettuati nel ponente, levante e centro cittadino 37 posti di controllo e 2 posti di blocco, identificate 257 persone e controllati 185 veicoli.

Nei prossimi giorni sono previsti maggiori controlli in particolare nei luoghi di aggregazione, nelle aree turistiche, nonché quelle interessate dalla presenza di esercizi di grande distribuzione quali ipermercati, centri commerciali e simili. “Questo tipo di attività – spiega la dirigente dell’UPG Delia Bucarelli – rappresenta per noi un’ulteriore esercitazione in modo che se in città si dovesse verificare un evento che richiede la chiusura immediata delle vie di fuga dalla città la polizia è pronta per allestire velocemente tutti i dispositivi necessari”.

Più informazioni
leggi anche
carabinieri unità cinofile
A principe
Terrorismo, inaspriti i controlli a Genova: cani anti-esplosivo nella metro