Quantcast
Fede nella scienza

Fuori i chierichetti no vax: parroco vieta letture e canti ai fedeli non vaccinati

Don Massimiliano Moretti, parroco di santa Zita: "Il vaccino non è un atto di egoismo ma di altruismo, un modo per salvaguardare la salute di chi ci sta intorno"

santa zita contro i no vax

Genova. “Giro di vite” per i fedeli non vaccinati della parrocchia di Santa Zita, alla Foce, dove il parroco ha vietato a tutte le persone prive di vaccinazione di servire messa, cantare nel coro e leggere le letture ai microfoni.

Una piccola emarginazione liturgica ma “nel rispetto della salute di tutti. Chiedo che fin da adesso coloro che non sono vaccinati evitino di fare i lettori nelle messe o di cantare e pregare usando i microfoni. Ognuno è libero di fare quel che vuole ma la parrocchia ha il dovere di stabilire delle regole per tutelare la salute di tutti“.

Il messaggio arriva da don Massimiliano Moretti, parroco di santa Zita a Genova e cappellano del lavoro, che dopo un’intervista ha pubblicato la scelta anche sui social: “Se fosse per me tutti dovrebbero vaccinarsi per rispetto degli altri. Il vaccino non è un atto di egoismo ma di altruismo, un modo per salvaguardare la salute di chi ci sta intorno. Detto questo, non posso che rispettare le leggi e non imporre divieti assoluti, ma posso certamente evitare che comportamenti sbagliati di chi non vuole vaccinarsi mettano a rischio gli altri”.

leggi anche
Generica
Sul serio
Colpiti a Genova i primi 21 sanitari no-vax: saranno “declassati” o sospesi senza stipendio