Parola alle protagoniste

Normac AVB, Chiara Pesce: “Una gran soddisfazione, ripartiremo con una carica in più”risultati

La schiacciatrice è stata una delle protagoniste della bellissima vittoria contro Biella

Genova. Chiara Pesce, schiacciatrice della Normac AVB, si è messa in luce nella vittoria della sua squadra contro Biella, seconda forza del campionato. Ecco le sue parole a tre giorni dal successo sulle piemontesi.

Chiara, che gran bella Normac! Vi siete fatte un bel regalo di Natale…
“Direi un bellissimo regalo di Natale! Ne venivamo da partite molto altalenanti e chiudere prima della pausa con questa prestazione e con questo sostegno del pubblico è stata una gran soddisfazione che ci permetterà di ripartire dopo le vacanze con una carica in più”.

Di fronte avevate la seconda forza del campionato eppure siete state costantemente avanti nel punteggio, anche nel primo set poi perso di misura nel finale, mostrando grande compattezza di squadra. Questa Normac può giocarsela con chiunque?
“Stiamo crescendo molto singolarmente e questo sta dando a tutte una maggior sicurezza e di conseguenza ne esce rafforzata anche la squadra. Abbiamo sicuramente ancora tanto da lavorare e dobbiamo trovare una maggior continuità ma direi che il gioco espresso sabato sera è stato di ottimo livello. Se continuiamo a lavorare sono sicura ci potremmo togliere molte altre soddisfazioni e giocarcela al meglio con tutte”.

Possiamo dire che questa è stata la vostra migliore partita dell’anno?
“Sicuramente una delle migliori prestazioni di squadra. Siamo state incisive in battuta ma soprattutto in attacco e questo ha permesso a Bruzzone di smistare più il gioco. Siamo anche state brave ad avere pazienza, Biella a mio parere ha difeso davvero molto e noi siamo riuscite a mantenere la concentrazione nelle azioni lunghe. Soprattutto nell´ultimo set dopo il loro recupero è stata decisiva la nostra capacità di mantenere la giusta calma e lucidità”.

Anche a livello personale è stata probabilmente la tua migliore prestazione. Oltre alla consueta affidabilità e solidità nei fondamentali di seconda linea hai giocato molto bene anche in attacco.
“Sì, finalmente! Purtroppo il mio problema al piede mi ha condizionato molto nelle mie prestazioni, soprattutto in attacco che non è sicuramente il mio fondamentale più solido e sto faticando a ritrovare il ritmo. In questa partita l’entusiasmo della squadra e la voglia di vincere mi ha portata a rischiare di più e quindi a essere più incisiva. Anche se sono la seconda più vecchia spero di continuare a crescere e migliorare anche io in questo fondamentale per essere sempre più utile alla squadra, pur consapevole che ho un ottima compagna come Camilla Origlia che mi ha sempre sostituita nel migliore dei modi e che è riuscita a sopperire alle mie mancanze”.

Sei tornata a Genova dopo un percorso che ti ha visto arrivare fino in Serie A2. Raccontaci brevemente le tappe principali della tua carriera pallavolistica.
“Sono andata via di casa a 17 anni e ho giocato a Chieri per tre anni prima in B2 poi in B1 dove è iniziato il mio percorso da libero. Poi sono tornata un anno a Genova nella Normac e negli anni successivi ho giocato a Olbia in A2, a Palau in B2 fino all’anno scorso dove ho ripreso a giocare da martello in B2 ad Alseno”.

I tuoi genitori sono ex giocatori di buon livello, tua sorella gioca ancora dopo avere condiviso con te i successi nelle giovanili della Libertas, recentemente è salito alla ribalta della cronaca anche tuo fratello che ha vinto il campionato universitario di calcio negli Stati Uniti: evidentemente lo sport è nel dna della famiglia Pesce…
“Sì siamo una famiglia di sportivi. Sicuramente la passione per lo sport ce l’hanno tramandata i nostri genitori anche se non hanno mai fatto pressioni su quale sport praticare. Ma la pallavolo diciamo che ce l´avevamo un po’ nel dna. Stefano invece non siamo riusciti a corromperlo e ha continuato a seguire la sua passione, il calcio, ottenendo quest’anno un risultato eccezionale”.

leggi anche
  • L'approfondimento tecnico
    Normac AVB, Mario Barigione: “Ho visto lo spirito giusto nelle ultime settimane di lavoro”
  • Serie b2
    Sconfitta in 4 set la seconda della classe: la Normac AVB chiude in bellezza il 2017