Covid, 90% di vaccinati per eliminare il green pass: in Liguria da convincere 72mila persone - Genova 24
I dati

Covid, 90% di vaccinati per eliminare il green pass: in Liguria da convincere 72mila persone

Nella nostra regione ha ricevuto almeno una dose l’85% degli over 12, i "no vax" sono circa 210mila

green pass vaccino covid

Liguria. È il 90% della popolazione over 12 l’obiettivo della campagna vaccinale. Una soglia considerata dal governo sufficiente per una gestione  della pandemia senza troppe ripercussioni sul sistema ospedaliero, ma anche un numero che permetterebbe un allentamento delle restrizioni, tra cui l’eliminazione dell’obbligo del green pass. E se proprio il certificato verde è stato introdotto per invogliare gli italiani a vaccinarsi, i risultati ottenuti non sono stati quelli sperati. Per raggiungere il 90%, infatti, si stima che, a questo ritmo, ci vorranno almeno altri due mesi.

Prima del 2022, quindi, sarà difficile eguagliare l’obiettivo, anche se la percentuale di no vax da convincere è di appena il 4%. Secondo i dati del ministero della Salute, infatti, attualmente in Italia è immunizzato l’86,5% del target. E in Liguria la percentuale è simile, anche se di poco più bassa: al momento nella nostra regione ha ricevuto almeno una dose l’85% degli over 12, mancano quindi all’appello quasi 72mila liguri affinché si raggiunga la fatidica soglia del 90%.

In totale in Liguria sono 210mila le persone che ancora non si sono vaccinate. Tra questi chi non può per ragioni mediche, i guariti da meno di sei mesi, ma anche i no vax veri e propri e gli scettici. Ed proprio questa ultima categoria che si sta cercando di convincere per raggiungere i dati sperati e cercare di dire “addio” al green pass.

Un’opera di “convincimento” rivolta in particolar modo ai 40-50enni, è proprio questa fascia di età, infatti, che rappresenta circa la metà dei no vax in Liguria. Altra fascia critica è quella 12-19 anni, in cui il 28%, circa 30mila giovani, non si è ancora immunizzato. Oltre l’85% di adesione, invece, per le altre fasce di età, in cui spiccano i 20enni con l’87,5% di vaccinati e gli over 80 con il 96,2%.

E se, come detto, il green pass avrebbe dovuto dare una svolta alla campagna vaccinale, ciò non è avvenuto. Solo la settimana precedente all’introduzione dell’obbligo, le vaccinazioni sono aumentate considerevolmente: oltre 19mila dall’8 al 15 ottobre, successivamente il ritmo è sceso in modo drastico, con un trend settimanale di nuovi vaccinati pari circa a 2.000.

In questo scenario, però, potrebbe aiutare il via libera alle vaccinazioni anche per gli under 12. Come dichiarato dal presidente del Consiglio superiore di sanità Franco Locatelli, entro Natale anche in Italia dovrebbero partire le somministrazioni sui bambini dai 5 agli 11 anni. Una fetta della popolazione finora esclusa dalla campagna, ma che risulterebbe importante soprattutto data la crescita dei contagi tra i giovanissimi (e non solo).