Buona la prima

Vaccini, senza intoppi le prenotazioni per la fascia 79-75: quasi 8 mila richieste in mezz’ora

Da questa mattina le prenotazioni possono essere effettuate anche attraverso i Cup, le farmacie e il numero verde 800 938 818

Genova. Sono state oltre 7760 le richieste ricevute dal sistema informatico di Liguria Digitale (attraverso il portale https://prenotovaccino.regione.liguria.it) per prenotare il vaccino per la fascia di età 79-75, tutte processate in circa mezz’ora dopo l’avvio delle 23 di questa sera.

Nessuna attesa per gli utenti collegati – comunica Regione Liguria con una nota stampa – neanche in corrispondenza del picco registrato di 224 prenotazioni in un minuto”. All’avvio delle operazioni, che hanno coinvolto una cinquantina di tecnici dell’azienda informatica, era presente il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti. Da questa mattina le prenotazioni possono essere effettuate anche attraverso i Cup, le farmacie e il numero verde 800 938 818.

I primi vaccini verranno somministrati a partire dal 25 marzo in ambulatori Asl e ospedali, e dal 29 marzo anche nelle farmacie e nel maxi centro in fase di allestimento al padiglione blu Jean Nouvel della Fiera di Genova oltre che altri hub eventualmente gestiti dalla sanità privata che verranno creati nelle prossime settimane.

In Liguria intanto sono state segnalate 8.236 persone non deambulanti (ma molti di loro attendono di essere ricontattati dalle Asl e quindi non sono ancora stati vaccinati). Segnalate anche 26.624 persone ultrafragili (circa 6mila quelli già prenotati), ai quali si aggiungono 24 caregiver che hanno chiesto di essere vaccinati attraverso il medico di famiglia.

Questa mattina inoltre, sono iniziate le vaccinazioni per le persone ultrafragili presso il Gaslini di Genova, cominciando da quelli affetti da fibrosi cistica e relativi caregivers seguiti dall’ospedale pediatrico genovese. Dal 1 aprile l’ospedale pediatrico genovese procederà, ampliando l’offerta vaccinale al completamento della vaccinazione di tutti i pazienti ultrafragili e relativi cargiver afferenti all’ospedale stesso. I pazienti con fibrosi cistica seguiti dal Gaslini sono complessivamente 275, dei quali 189 con età superiore ai 16 anni, per una popolazione da vaccinare, caregivers e conviventi compresi, di circa 700 persone.

Le altre categorie di pazienti rientranti in questa tipologia sono: onco – ematologici, nefrologici, diabetici, immunologici, reumatologici, cardiopatici e gastroenterologici. In tutti i casi i medici dei centri specialistici del Gaslini che hanno in cura i pazienti provvederanno a contattare i pazienti e le loro famiglie per programmare direttamente la vaccinazione.

leggi anche
  • Il commento
    Coronavirus, Toti: “Dopo Pasqua riaprire tutto, a partire dalle scuole”