Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

“Colpo gobbo” della Sampdoria Primavera a Bologna

I ragazzi di Pavan sbancano il campo dei petroniani, su rigore, al 90°

Bologna. “Colpo gobbo” dei ragazzi blucerchiati, al “Cavina” di Bologna, con tre punti d’oro conquistati al 90°, dopo una gara tatticamente perfetta, giocata sul filo dell’equilibrio.

E adesso la classifica ha un’altra fisionomia, ma di questo parliamo alla fine… ora riprendiamo dall’inizio la trama del discorso.

All’arbitro, signor Camplone, i tecnici Troise e Pavan consegnano queste distinte:

Bologna: Ravaglia; Barnabà, Frabotta, Mazza, Brignani, Busi, Valencia, Ghini, Krastev, Kingsley, Mutton

A disposizione: Bruzzi; Pattarello, Balde A. , Pirreca, Djibril, Pellacani, Stanzani, Mantovani, Lidin

Sampdoria: Krapikas; Romei, Tomic, Pastor, Veips, Mikulić,Tessiore, Ejjaki, Stijepović, Balde, Gomes Ricciulli

A disposizione: Hutvágner, Piccardo, Oliana, Ferrazzo, Aramini, Gabbani, Scotti, Perrone, Eduardo Bubacar Baldé, Cappelletti, Cabral, Curito

Parte lancia in resta la Samp, con Stijepović, al 4°, che fugge via a Frabotta, ma viene raddoppiato da Ghini, che salva in angolo.

Altre due opportunità (all’8° ed al 10°) per i blucerchiati, prima con Balde, il cui destro sfiora la traversa e poi con Romei, che dalla destra, per poco, non sorprende il portiere rossoblù Ravaglia, con un pericoloso tiro cross.

Ma quando tutto sembra incanalarsi sul giusto binario, al 12°, l’arbitro punisce, col rigore, un “tête-à-tête” di Božo Mikulić con l’ex interista Mutton… Penalty per il Bologna, che Mazza realizza, vanificando il tentativo di parata di Titas Krapikas.

Il contraccolpo per i ragazzi di Pavan, dal lato morale, è notevole, tanto che bisogna arrivare quasi alla mezz’ora, per vedere una palla, calciata a regola d’arte da Tessiore, venire mancata per un pelo dal pur reattivo  Mikulić, in cerca di rivincita.

L’occasione creata, tuttavia, serve da giusto stimolo ai “Pavan’s boys” ed al 36°, sempre su un traversone del ragazzo di Pietra Ligure, arriva il pareggio, grazie ad una deviazione millimetrica di Ognjen Stijepović.

1-1… e si può andare negli spogliatoi, col recondito sogno di fare il colpaccio… magari allo scadere…

Si riprende e subito il bolognese Krastev, a seguito di un rimpallo scaturito da una azione rugbistica di Valencia, si trova a tu per tu con il gigante lituano, che difende i pali della Samp e fa miracolosamente scudo col corpo.

Al 53° Mutton spaventa i blucerchiati, colpendo il palo, ma l’azione è viziata da un controllo di palla col braccio.

Al 60° mister Troise manda dentro Djibril, per Krastev.

Al 61° Ejjaki spende un prezioso giallo, per fermare una ripartenza degli avversari.

Al 63° Krapikas blocca, in tranquillità, un tiro da lontano di Valencia.

Al 66° Djibril tiene in gioco una palla, che sembrava ormai out e la serve all’accorrente Mutton, che la calcia in gradinata.

Al 70° Pavan fa respirare Stijepović , facendo entrare Cappelletti e dopo cinque minuti anche Troise fa un altro cambio: entra Stanzani per Valencia.

Al 76°, una perfetta verticalizzazione di Mazza, trova proprio il neo entrato emiliano, solo davanti a Krapikas, la cui uscita, a valanga, salva il risultato.

Passa solo un minuto e in situazione analoga, si trova Cappelletti, che tuttavia non centra lo specchio della porta.

All’80° entra Pattarello per Mutton, in un Bologna che cerca una vittoria, che gli consentirebbe di scavalcare la Samp in classifica.

Giallo per Veips, all’82°, mentre mister Pavan dimostra di voler vincere la partita, anche lui, facendo entrare una punta, Gonçalo Cabral, per capitan Tessiore, che ha corso come un matto.

All’88°, dopo che Krapikas ha respinto, due minuti prima, una conclusione del neo entrato Pattarello, ecco il colpo di scena, il portiere rossoblù Ravaglia atterra, al limite dell’area, Gonçalo Cabral e l’arbitro fischia la massima punizione a favore della Samp.

Palla pesante, da posare sul dischetto, al 90°… ma Ibourahima Balde non trema… palla da una parte, Ravaglia dall’altra…

Il Cavina di Bologna si tinge di blucerchiato, mentre al 94° Oliana sostituisce Gomes Ricciullli.

Adesso il volto del fondo classifica ha tinte meno fosche…

Napoli 28 punti in 23 partite

Udinese 28 in 23

Sassuolo 23 in 21

Sampdoria 22 in 22

Verona 21 in 23

Bologna 17 in 22

Lazio 15 in 22

Come noto, le ultime due retrocederanno direttamente, mentre terzultima e quartultima se la vedranno ai play out… e per evitarli servirà mettere sotto prima l’Hellas Verona, il 31 marzo al Garrone e poi andare a regolare i conti col Sassuolo in Emilia il successivo 7 aprile…

Non facile, ma chi avrebbe osato sognarlo, dopo il Sampdoria-Bologna dell’andata?

Infine, riportiamo con piacere la notizia che, al Trofeo “Beppe Viola” di Arco, l’Under 17 ha sconfitto la Rappresentativa della Serie D, con una doppietta di João Miguel Vieira Nobrega (l’avevamo scritto ieri che il portoghese era un bel prospetto), qualificandosi dunque per il turno ad eliminazione diretta, che vedrà la Samp, guarda caso, impegnata proprio contro il Bologna.