Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Auditorium di Strada Nuova, restauro terminato: domenica concerto per la riapertura

Genova. Torna a disposizione dei Musei civici, delle associazioni e della cittadinanza la prestigiosa sala genovese di Palazzo Rosso, dopo i recenti lavori di restauro. L’inaugurazione domenica 19 febbraio alle ore 17 alla presenza dell’assessore alla cultura e al turismo del Comune di Genova, Carla Sibilla. Per l’occasione è in programma un concerto gratuito eseguito dal Conservatorio Niccolò Paganini, in collaborazione con il Comune di Genova.

“Invitiamo tutti i genovesi a festeggiare insieme la riapertura di uno spazio importante di cui la città si riappropria – sottolinea l’assessore Carla Sibilla –, una sala fruibile dai cittadini e a disposizione delle associazioni e delle organizzazioni culturali di tutto il territorio. Duecentocinquanta posti, l’Auditorium è uno spazio ideale, nel cuore del percorso del patrimonio culturale UNESCO, per organizzare happening culturali, convegni, letture, per presentare libri e spettacoli musicali. Si tratta – conclude l’assessore – di un altro tassello cha impreziosisce l’offerta culturale del polo museale di Strada Nuova”.

I lavori di restauro – per un totale di circa 630mila euro – hanno riguardato il terrazzo di copertura, alcune migliorie agli interni e il ripristino di alcune parti in facciata. “Non è il primo lavoro che realizziamo per rendere sempre più attrattivo il polo museale di Strada Nuova – dichiara l’assessore ai lavori pubblici Giovanni Crivello – Lo scorso anno sono stati inaugurati infatti gli appartamenti della Duchessa a Palazzo Rosso, dopo un intervento progettato dai nostri professionisti. La cultura è una delle risorse di queste città e tutta l’Amministrazione sta lavorando per potenziare l’offerta”.

L’Auditorium di Strada Nuova è una delle sale storiche della città. Inaugurata agli inizi del Novecento come cinematografo, la sala situata in vico Boccanegra, era conosciuta come sala Garibaldi, prendendo il nome dalla via di accesso principale. In seguito, negli anni 70, lo spazio fu acquisito dal Comune di Genova e intitolato a Pietro Germi. Oggi la sala, inserita nella prestigiosa cornice dei Musei di Strada Nuova, patrimonio dell’umanità UNESCO, riapre con la gestione da parte del Comune di Genova – Direzione Cultura che ne curerà la programmazione.