Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Slow Fish 2019, “Oggi Cacciuccio Io!”, il laboratorio per i più piccoli con i sapori del mare foto

Più informazioni su

Genova. Domenica 12 maggio, alle ore 14.30, a Genova, nello spazio Toscana Promozione di “Slow Fish – Slow Food” sarà effettuato un Laboratorio “per piccoli, ma non solo”, nel quale partendo dalla presentazione del libro-gioco “Oggi Cacciucco io!”, i bambini impareranno i segreti della ricetta del Cacciucco e alla fine saranno proprio loro ad insegnare ai genitori tale ricetta e i pesci giusti da selezionare a seconda della stagione.

Interverranno Maddalena Paola Winspeare direttore editoriale della casa editrice Sillabe, Giovanni Raimondi biologo dell’Acquario di Livorno e consigliere della Fisar Livorno, Valentina Gucciardo Responsabile Educazione Slow Food Livorno e lo chef Paolo Ciolli.

Il laboratorio si basa su Oggi Cacciucco io! un libro-gioco rivolto ai bambini (ma anche ai grandi!) nel quale sono illustrati in modo simpaticissimo e spiegati gli ingredienti/pesci con i quali viene creato uno dei piatti più tipici della cucina italiana e soprattutto di quella labronica, il Cacciucco.

Giovanni Raimondi racconta in 14 schede la storia e i segreti degli “ingredienti” del Cacciucco tra cui gallinella, sciarrano, pesce prete, scorfano rosso, ghiozzo, coda di rospo, Paolo Ciolli offre ai lettori la storica ricetta di questo gustoso piatto, narrandone anche la sua origine storica. Coordina l’incontro Valentina Gucciardo.

I 14 pesci/ingredienti diventano nel libro-gioco dei coloratissimi STICKERS che i bambini potranno attaccare nella PENTOLA finale “Cosa bolle in pentola?”, insegnando ai genitori la ricetta del Cacciucco e i pesci giusti da selezionare a seconda della stagione. Questo libro-gioco si sofferma infatti anche sul concetto della CUCINA SOSTENIBILE, per la salvaguardia delle specie marine e dell’ambiente. Purtroppo, a causa della forte richiesta di mercato, le risorse marine di tutto il mondo sono sovra sfruttate, determinando la diminuzione degli stock ittici pescabili; anche il mar Mediterraneo non ne è esente, per questo nasce l’idea di un libro che coniughi la nostra tradizione gastronomica ai criteri di stagionalità del pescato, per consentire la riproduzione delle specie utilizzate senza dover rinunciare a questo piatto gustoso e ricco di omega 3. Massima attenzione viene data alla sostituzione del palombo, ingrediente storico, con altri pesci più facilmente reperibili, poiché come tutti gli squali necessita di tempi più lunghi di maturazione sessuale ed una pesca eccesiva potrebbe causarne il rischio di estinzione.
Da segnalare anche l’iniziativa benefica del libro: una parte del ricavato delle vendite sarà devoluto alla “Fondazione Slow Food per la Biodiversità onlus”.