Mattanza

Animalisti Genovesi, domenica manifestazione a De Ferrari per chiedere verità sulla strage di cani di Sciacca

Appuntamento il 25 febbraio alle 18 in piazza De Ferrari

Genova. Domenica anche il capoluogo si unirà alle tante città che scenderanno in piazza in contemporanea per manifestare dolore, rabbia e indignazione e ricordare la strage di centinaia di randagi uccisi a Sciacca e in tutta la Sicilia. L’appuntamento è per domenica 25 febbraio in piazza De Ferrari alle 18.

“Chiediamo con forza indagini rapide e pene severissime per i colpevoli di un atto così efferato e crudele – dicono gli Animalisti Genovesi – le stesse istituzioni siciliane non sono esenti da colpe: i randagi ricadono sotto la responsabilità dei sindaci (legge 281/1991), che ne devono tutelare salute e incolumità, prevedendo tra l’altro campagne di sterilizzazione, costruzione di rifugi, bonifica delle aree interessate da casi di avvelenamento”.

I promotori dell’iniziativa invitano i partecipanti a vestirsi di scuro, in segno di lutto, e a portare un lumino per commemorare quelle vittime innocenti. Chiediamo la partecipazione di tutte le associazioni e gruppi della zona, anche con propri cartelli e striscioni. “Le atroci sofferenze di quelle creature avvelenate da mani assassine non saranno dimenticate – ricordano gli Animalisti Genovese – La latitanza di chi può e deve prevenire queste stragi non sarà più tollerata, l’Olocausto quotidiano dei randagi del Sud e di tutta l’Italia deve finire!”

Il fatto. Due giorni fa a Sciacca (Agrigento) circa trenta cani sono stati trovati morti, avvelenati con un potente pesticida. I controlli dei militari hanno riguardato alcuni soggetti in possesso dell’autorizzazione ad acquistare questo tipo di sostanza ma hanno avuto esito negativo. Non ci sono quindi indagati per la mattanza di randagi.