Libri fuori del comune - Genova 24
L'occhio di vetro

Libri fuori del comune

"L'occhio di vetro" è la rubrica di letteratura di IVG e Genova24, a cura di Ilaria Giorcelli

Occhio Vetro 12 novembre 2021

I libri sono di tantissimi argomenti, edizioni, forme e formati. Normalmente ci aspettiamo comunque di trovare una struttura riconosciuta: che il libro ci racconti una storia, che sia un saggio o un romanzo, che resterà immutata con un inizio, uno svolgimento e una conclusione. Questo è quello che fa la maggior parte dei libri, ma non tutti; ecco perché vi presenterò tre libri fuori del comune.

“IL MANOSCRITTO VOYNICH”

Definito “il libro più misterioso del mondo” deve il suo nome a Wilfrid Voynich che lo acquistò presso Frascati e arriverà, molti anni dopo, all’Università di Yale, nella Biblioteca Beinecke tra i manoscritti e libri rari. Datato del XV secolo ad oggi il testo non è ancora stato decifrato, anche se molte ipotesi sono state fatte, e il libro – composto da 116 fogli, anche se alcuni sono mancanti, in pergamena di vitello – è ancora studiato; vi sono riconosciute quattro sezioni dedicate alla botanica, all’astrologia, alla biologia, alla farmacologia. Che sia un testo esoterico, mistico, enciclopedico o un falso questo è ancora tutto da decidere ma se volete leggere, e ammirare le illustrazioni da cui è composto, resterete sicuramente affascinati. In Italia è edito da Bompiani.

Un libro per i bambini

La fantasia, che accompagna il mondo dei giovani lettori, produce una quantità di storie, almeno, bizzarre: ambientazioni fantastiche e impossibili, protagonisti dalle forme e dai colori sgargianti. Ma non è la stranezza della storia, quella che stiamo cercando, ma la sua struttura e la sua fissità nel tempo.

Per i più piccini

“GITA SOTTO L’OCEANO”

Questo meraviglio silent book (libro senza parole) è da scoprire e reinventare dai 3 anni in poi; le immagini sono meravigliose, dai colori brillanti, e ad ogni sguardo si notano particolari prima sommersi, aggiungendo o cambiando la storia ogni volta che la si racconta.

TRAMA

Una scolaresca è in gita sotto l’oceano, un bambino si attarda a scattare delle fotografie e si perde. Verrà ritrovato ma, nel frattempo, avrà visto incredibili meraviglie e incontrato nuovi amici. O almeno questa è una delle trame possibili.

John Hare, americano classe ’76, è illustratore, art director e graphic designer. In Italia le sue due opere – “Gita sulla Luna” e “Gita sotto l’oceano” – sono edite da Babalibri.

Per i più grandi

“LA VILLA MISTERIOSA”

Edito da Battello a Vapore è un librogame da risolvere e ricominciare dai 12 anni in poi; più precisamente si tratta di un escape book (molte parole inglesi per dire che è un volume pieno di enigmi da risolvere per “uscire” dal libro). Nonostante i suoi enigmi siano risolvibili le ambientazioni scure e i fatti misteriosi aumentano l’età a cui è indirizzato; per i più piccoli, comunque non sotto i sette anni, libri simili sono offerti da molte case editrici.

TRAMA

Sei stato invitato da Chiara ad un festa nel giardino della Villa Misteriosa; non si può entrare nell’edificio perché, il marchese assassino che ne era proprietario, continua, come fantasma, ad infestare il luogo. Ovviamente Chiara decide di entrare, la segui e… è sparita e tu non puoi tornare indietro. L’unico modo per uscire è risolvere gli enigmi e, finalmente, abbandonare quella casa spettrale.

Leonardo Lupo- pseudonimo dei tre autori Simone Laudiero, Fabrizio Luisi e Pier Mauro Tamburini- è autore dei libri Escape Book editi da Battello a Vapore “La piramide della morte”, “Incubo al Luna Park”, “La prigione degli orrori” e “La villa del mistero”.

PICCOLE SCHEGGE

In questi tre casi la trama non è fissa, ma cambia in base alla fantasia, alle abilità, o alle scoperte di chi la legge. I silent book sono libri muti, in cui la storia è composta da una sequenza d’immagini; questa lettura può essere proposta ai più piccoli, così da regolare il ritmo della lettura in base all’attenzione del lettore, o che non parlano la lingua, permettendone la comprensione tramite le immagini. Il librogame (libro-gioco) coinvolge uno o più lettori nella trama, saltando capitoli o pagine scegliendo tra le diverse alternative; l’escape book si basa sullo stesso principio, aggiungendo enigmi da risolvere ed oggetti da trovare, riproponendo la struttura delle escape room (un gioco di società in cui si è rinchiusi in una stanza e per uscirne bisogna risolvere enigmi e indovinelli).

“L’occhio di vetro” è la rubrica di letteratura di IVG e Genova24, a cura di Ilaria Giorcelli. Ogni settimana un piccolo “sguardo” sul mondo dei libri, con alcuni volumi consigliati per piccoli e grandi. Clicca qui per leggere tutti gli articoli