Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

E nella Valpolcevera bloccata dal traffico un’azienda innovativa lancia l’app per il car pooling

Diversi utenti si sono già iscritti, il sistema è facile da utilizzare: si mettono a disposizione (o si cercano) posti in macchina e ci si sposta riducendo il traffico e risparmiando su costi e inquinamento

Genova. “E’ il nostro modo per cercare di fare qualcosa, in questo momento difficile per Genova e per la Valpolcevera”. I “ragazzi” di Dot Next, agenzia di comunicazione con sede a Pontedecimo, hanno deciso di creare e mettere a disposizione di tutti una “app” per organizzare sistemi di car pooling. La notizia è che funziona, e pure bene. Si tratta solo di sfruttarla maggiormente. Un’idea interessante per una zona della città (ma non solo) che quotidianamente si trova in ginocchio a causa del traffico bloccato.

Genova Carpooling, trovate il link a questo indirizzo, è un servizio che nasce per alleggerire il traffico nell’area genovese a seguito del tragico crollo del ponte Morandi. Il car pooling è la condivisione di una automobile da parte di un gruppo di persone che compiono lo stesso tragitto. In questo modo si riduce il numero di auto in circolazione, si inquina meno, si risparmia denaro e si conoscono nuove persone.

Il funzionamento è semplice: basta entrare sul “cruscotto”, al link indicato sopra, poi nella ricerca degli itinerari e inserire il luogo di partenza e arrivo, si troveranno così altre persone che percorrono lo stesso tragitto e che possono condividere con il viaggio. Se si vuol mettere a disposizione i posti liberi nella propria auto basta creare un nuovo itinerario inserendo partenza, orario e le altre informazioni utili a chi cerca un passaggio.

torrente sturla vegetazione e vipera

Ci sono anche alcune funzioni extra. Per esempio si può comparire con un profilo “rosa” se, essendo donna, si preferisce viaggiare con persone dello stesso sesso.

Dot Next è un’agenzia digitale genovese nata nel 2006, la sede è a Pontedecimo. “Abbiamo creato questo progetto perché vivamo tutti i giorni i disagi dovuti agli enormi problemi di viabilità sorti dopo la tragedia del ponte Morandi e perché vogliamo dare il nostro contributo in questo momento complicato – si legge sul sito della app Genova Carpooling, che si basa su sistema Icare – Le auto private in circolazione sono molte, tante hanno una sola persona a bordo e crediamo che il car pooling può essere determinante in questa situazione”.

L’agenzia è stata contattata anche dal Comune di Genova per sviluppare un progetto in collaborazione ma per adesso, da Tursi, non sono arrivate novità. L’assessore alla Mobilità Stefano Balleari ha annunciato che un incontro sul tema car pooling e premialità si svolgerà mercoledì o giovedì.