Allerta rossa, si ferma anche il porto: dichiarato lo sciopero 'per la sicurezza dei lavoratori' - Genova 24
Non si può rischiare

Allerta rossa, si ferma anche il porto: dichiarato lo sciopero ‘per la sicurezza dei lavoratori’

Lo comunicano in una nota Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti del porto di Genova

Allerta meteo 20 ottobre, le foto dei lettori

Genova. Domani, in occasione dell’allerta meteo sulla nostra città si fermerà anche il porto: lo hanno deciso le organizzazioni sindacali indicendo una sciopero per garantire la sicurezza dei lavoratori, come protesta per il mancato “percorso per affrontare le problematiche ancora irrisolte sul tema”.

A comunicarlo una nota congiunta di Filt-Cgil Fit-Cisl Uiltrasporti: “Vista l’allerta rossa meteo diramata dalla Protezione Civile in data odierna che interesserà la “zona B” dalle ore 14,00 alle 24,00 di lunedì 4 ottobre, vista la mancata installazione delle centraline meteo da parte dell’AdSP e la mancanza di informazioni precise sui tempi di entrata in funzione delle stesse; visto che ad oggi non è arrivata alcuna convocazione per proseguire il percorso per affrontare le problematiche ancora irrisolte sul tema dell’allerta meteo come convenuto negli incontri svoltisi presso la Prefettura e l’AdSP; Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti del porto di Genova dichiarano lo sciopero di tutte le prestazioni a partire dal secondo turno di domani 4 ottobre 2021 (Es. ore 13,00) sino al terzo turno compreso di domani 4 ottobre 2021 (es. 01,00)”.

“L’astensione dal lavoro riguarderà tutti i lavoratori degli art. 16-17-18 della Legge 84/94, dei dipendenti della AdSP e della manovra ferroviaria – si legge nella nota – Anche se le attività portuali non sono soggette alla disciplina di cui alle LL. 146/1990 e 83/2000, come confermato dal Tribunale di Roma con sentenze del 7 luglio 2004 e 26 ottobre 2004, si dichiara in anticipo, per quanto ovvio, che ove lo sciopero si rendesse inevitabile saranno garantite tutte le prestazioni che possano in qualche modo coinvolgere i diritti della persona costituzionalmente garantiti e in particolare tutti i diritti che riguardino la vita, la salute, la libertà, la sicurezza, l’igiene, la vita di animali, la salvaguardia di merci deperibili, gli approvvigionamenti essenziali, i collegamenti da e per le isole. Viene richiesta quindi la convocazione urgente degli incontri, così come definito, per affrontare tutte le problematiche riguardanti e collegate con l’allerta meteo”.

leggi anche
allerta rossa 4 ottobre
Attenzione
Allerta rossa su Genova e Savona: scatterà nel pomeriggio di domani. Da stasera arancione