Tragedia sfiorata

Campomorone, ex saliera in fiamme, famiglia in fuga nella notte. L’intervento dei Vigili del Fuoco

Solo il sangue freddo di una giovane madre ha evitato il peggio

Genova. Notte di paura per cinque persone a Campomorone, svegliate dalle fiamme che stavano avvolgendo l’appartamento. A far sfiorare la tragedia un grosso incendio, divampato poco dopo le 23 nell’edificio dell’ex saliera di Campomorone

Il fuoco in pochi minuti ha avvolto gli ultimi due piani della palazzina, invadendo anche gli appartamenti limitrofi: quattro adulti e un bambino sono riusciti a mettersi in salvo quasi per miracolo. Poteva essere una strage.

Diverse squadre dei Vigili del Fuoco si sono adoperate per le operazioni di spegnimento, ancora in corso durante le prime ore della mattinata. Sul posto anche ambulanze e carabinieri.

La strada, via Gavino, è stata chiusa al traffico veicolare per permettere le operazioni di soccorso. Ad allertare i Carabinieri della locale Stazione è stata una Guardia Giurata dell’Istituto di Vigilanza VCB Securitas – come racconta Alessandro Demicheli, autore delle foto dell’articolo – la guardia, tornando a casa, a Ceranesi dopo il turno, ha notato le alte fiamme ed allertato i soccorsi.

“Eravamo io e mia madre, abbiamo sentito dei rumori ma pensavamo che stessero facendo dei lavori in casa i vicini – racconta una giovane madre su Facebook scampata all’incendio insieme alla famiglia – abbiamo mangiato e alle 23 ci mettiamo a letto. Poi sento mia mamma che dice sta crollando tutto: si è aperto il muro in camera dei miei e usciva del fumo e si stava spaccando il muro anche in sala. Siamo usciti di corsa e il tetto era tutto in fiamme. Ora l’appartamento è inabitabile”.

(video di William Stefanucci)