Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Lavoratori appesi alle gru senza misure di sicurezza, i sindacati: “Fatto gravissimo, ecco dove porterebbe l’autoproduzione”

E' successo ieri al terminal Messina a bordo di una nave Cosco.

Più informazioni su

Genova. Appesi alle funi delle gru senza imbragatura né tantomeno gabbia. Succede nel porto di Genova. La denuncia arriva attraverso un video fatto circolare su Facebook.

Generica

Il terminal è quello di Messina, la nave è di proprietà di proprietà di Cosco West Africa Service. I lavoratori, secondo quanto appreso si tratta di un equipaggio straniero, stavano probabilmente facendo un controllo o una manutenzione utilizzando le gru di bordo della nave ma senza alcuna misura di sicurezza.

I sindacati Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti parlano di “fatto gravissimo” che è stato immeditamente denunciato alle autorità competenti, Capitaneria di Porto, Autorità di Sistema Portuale e ASL che sono intervenute.

Secondo quanto spiegato dai sindacati in pratica il comando nave per far recuperare del materiale che era caduto tra i container ha attaccato al gancio della gru di bordo due lavoratori marittimi sollevandoli in mezzo ai container, i tutto contro ogni norma, contro ogni buon senso e senza il minimo rispetto per la sicurezza e la vita dei lavoratori.

“Questo fatto, anche se non era un tentativo di svolgere operazioni portuali da parte della nave -dicono in una nota Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti – riporta immediatamente alla questione dell’autoproduzione e cosa potrebbe voler dire una deregolamentazione del lavoro in porto che qualche armatore e non solo vorrebbe introdurre nei porti”.

Alla vigilia dello sciopero nazionale dei porti italiani del 23 maggio “questo episodio evidenzia quanto sia importante invece un porto che sia regolamentato dalla presenza del contratto nazionale dei porti, da una regia istituzionale più forte e più presente e come diciamo da tempo nel porto di Genova da una organizzazione del lavoro che deve prevedere la sola presenza dei dipendenti dei terminal e della Compagnia Unica e un’attenzione particolare agli aspetti che riguardano la sicurezza sul lavoro”.