Sotto il viadotto di San Benigno tra ruggine, incrostazioni e infiltrazioni d’acqua

La viabilità del nodo di San Benigno si presenta oggi con un restringimento di carreggiata in corrispondenza del viadotto considerato ammalorato: due corsie percorribili al posto di tre per alleggerire il carico in attesa che vengano compiute tutte le verifiche necessarie per capire la tenuta statica della struttura

Ma nel frattempo, mentre sopra sono state apportate le limitazioni alla carreggiata, sotto regna la ruggine e le infiltrazioni d’acqua: le travature trasversali che sorreggono l’impalcato sono completamente in balìa di ossidazione e acqua piovana che percola dalla divisione di mezzadria tra le carreggiate, bagnando la struttura in acciaio oggi quasi completamente incrostata. Sicuramente una situazione che va avanti da anni, e che potrebbe aver compromesso, almeno in parte, la tenuta della struttura: una possibilità ancora tutta da verificare, ma che nella città di Ponte Morandi fa sicuramente venire qualche brivido lungo la schiena.

leggi anche
Elicoidale lavori viadotto e viabilità
Non benissimo
Viabilità ridotta sul viadotto di San Benigno: sopra una corsia chiusa, sotto ruggine e infiltrazioni

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.