Segregata e costretta a prostituirsi con violenze e riti woo doo

Costretta a prostituirsi per procurare la droga al convivente, ha vissuto quattro o cinque mesi d’inferno la ragazza trovata in un tugurio nei vicoli dai carabinieri della stazione di Portoria. Il convivente, B.D., 32 anni della Costa d’Avorio, aveva conosciuto la 33enne genovese circa due anni prima e da quel momento era iniziata una relazione, purtroppo degenerata in mesi e mesi di tortura per la donna, anch’essa tossicodipendente.