Omicidio al Cep, il figlio: “L’ho ucciso perchè faceva rumore con la forchetta”

La lunga notte di Marcello Lo Verso, la lunga notte della sua confessione che fa emergere particolari inquietanti. Marcello classe 1963, età 48 anni, con i segni di un vecchio incidente stradale ancora sul corpo e soprattutto nella testa. Da poco era stato mandato via di casa dal padre, e viveva ora in via Novella, sempre al Cep, proseguendo appunto da quella via 2 dicembre dove ha consumato l’efferato omicidio del padre. La ricostruzione del movente fatta dai carabinieri è agghiacciante. “Faceva rumore con la forchetta mangiando, odiavo quel tintinnio, glielo avevo detto più volte”, questa una delle confessioni choc di Marcello.