Genova, la Vincenzi in piazza per le donne: “Basta Bunga Bunga, riprendiamoci la dignità”

“Il governo, la macchietta che continua a suon di bunga bunga e gli stessi italiani che continuano a volere questa situazione, ci hanno fatto fare un balzo indietro di decine di anni – ha spiegato il sindaco di Genvoa – L’autorevolezza acquisita con Prodi presidente o con altre commissioni è stata cancellata completamente. Ad un certo punto non si tratta più di un problema al femminile ma proprio di dignità del Paese”.