Quantcast

Genova, la protesta dei metalmeccanici della Fiom: “Un contratto vuoto a perdere in cambio di un pugno di riso”

Mattinata di manifestazione per i metalmeccanici della Fiom che sono giunti in centro con la metropolitana e dopo aver percorso via XX Settembre si sono riuniti in presidio sotto la sede di Confindustria.

“Un contratto vuoto a perdere in cambio di un pugno di riso”, questa la definizione di Francesco Grondona, segretario Fiom di Genova.
“Un accordo per il rinnovo del Contratto che conviene solo alle imprese – spiega la Fiom – Dopo tre mesi di finta trattativa, escludendo dal negoziato il sindacato maggiormente rappresentativo nella categoria, senza coinvolgere le lavoratrici e i lavoratori e senza mandato degli stessi, la nuova intesa raccoglie solo i contenuti voluti dalla Federmeccanica e rappresenta il primo frutto avvelenato dell’accordo separato sulla produttività non firmato dalla Cgil”.

Servizio di Francesco Abondi