Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Finmeccanica, Squinzi a Genova: “Il cervello e le mani restino italiani”

Quello che conta non è tanto la nazionalità dell’azionista ma di chi pensa il prodotto e di chi lo fabbrica”. Così il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi, oggi a Genova per l’assemblea generale di Federmeccanica. Il cervello e le mani, cioè, devono restare made in Italy, è il pensiero dell’inquilino principale di Viale dell’Astronomia.

“Sì è importante che il lavoro rimanga qui così come i centri di ricerca e le competenze”, ha risposto Squinzi a chi gli ha chiesto un commento sulla difficile situazione in cui versa il ramo civile di Finmeccanica, che ha a Genova le eccellenze di Ansaldo Energia, Ansaldo Sts, Selex a rischio vendita e con un’inquietante prospettiva di esuberi. L’ultima drammatica notizia su Selex e gli annunciati 300 licenziamenti, aveva portato il sindaco di Genova ad attaccare duramente “l’azione truffaldina dell’azienda”. Squinzi è poi intervenuto anche sul ramo civile e sul rischio svendita. “No – ha concluso prima di partecipare ai lavori – per il momento non si può dire nulla”.

Mostra tutto il testo Nascondi