Quantcast

Fiamma (quasi) dritta alla cerimonia del Confeugo, Doria: “Nel 2015 via ai cantieri per mettere in sicurezza la città”

Il corteo storico con l’abate del popolo, i balli tradizionali e gli sbandieratori. Poi lo scambio di saluti tra il presidente di A Compagna Franco Bampi e il sindaco di Genova. Infine il fuoco con l’accensione di un grande fascio di rami d’alloro.

La fiammata è bianca anche se non perfettamente dritta che la tradizione indica come segno benaugurante per la città, ma il sindaco di Genova, intervistato a margine della cerimonia, è fiducioso: “Bisogna essere calmi e fiduciosi – ha detto Doria – pur sapendo che i problemi non si risolvono da un momento all’altro. Sono problemi strutturali ma Genova li ha avuti in tanti momenti e ha dimostrato la capacità di affrontarli e superarli”. I primi problemi da affrontare nell’anno che verrà? “Il primo problema, che sotto gli occhi di tutti, è quello di mettere in sicurezza la città. Nel 2015 devono partire i cantieri che possono risolvere alcune delle criticità soprattutto per quanto riguarda il bacino del Bisagno.