Bomba a Recco, gli abitanti: “Molte altre ancora sotto le case”

E’ passato poco più di un mese dal giorno in cui Recco fu evacuata per la bonifica di via XXV aprile. In poche ore le persone furono portate lontano dalle loro case, e la bomba portata via da dove era stata sotterrata per più di sessanta anni. Già in quel giorno molti vecchi sostenevano che non sarebbe finita li’. Quella, ne erano sicuri, non era stata l’unica bomba inesplosa tra tutte quelle cadute su Recco. Lo ripetono ancora oggi, mentre sono costretti di nuovo a lasciare le loro abitazioni per permettere nuovamente le operazioni di sminamento dopo il ritrovamento di una seconda bomba, nella stessa via, nello stesso cantiere, a pochi metri dalla precedente.