Quantcast
venerdì
9
Luglio
domenica
11
Luglio

“Strazio e Delizia… ai tempi di Goldoni”: il Forte di Santa Tecla incanta i tramonti d’estate con il teatro itinerante

venerdì
9
Luglio
domenica
11
Luglio

Genova. Con il patrocinio del Municipio Bassa Val Bisagno e la collaborazione di Associvile – Volontari Protezione Civile la compagnia teatrale I Conviviali presenta la seconda edizione di “Al Forte al Tramonto” con la messa in scena dello spettacolo itinerante “Strazio e Delizia… ai tempi di Goldoni”, tratto e adattato da Iula Rossetti, che ne cura anche la regia, da alcune commedie di Carlo Goldoni. Lo spettacolo al Forte di Santa Tecla, in salita Superiore di santa Tecla, si terrà venerdì 9, sabato 10 e domenica 11 luglio alle ore 18:30.

L’ambizioso progetto promuove la suggestiva location attraverso uno spettacolo itinerante che può contribuire ad animarla e valorizzarla: una presenza emblematica di un quartiere e una città capace di offrire al visitatore scorci panoramici di inedita bellezza e un percorso tra le vecchie mura in cui il tempo sembra fermarsi.

I Conviviali tornano a praticare Goldoni ancora una volta con Iula Rossetti, che adatta alcune scene tratte da “La donna di testa debole”, in cui troviamo donna Violante, giovane vedova tutt’altro che inconsolabile per la recente scomparsa del marito: riuscirà l’amore sincero di don Fausto a farle aprire gli occhi e rinunciare alle sue ridicole pretese? Da “Le femmine puntigliose” la giovane e ricca Rosaura, spalleggiata dal debole consorte Florindo, vuole a tutti i costi sedere in una conversazione di dame palermitane.

Da “Gli innamorati” con Eugenia innamoratissima del giovane e ricco Fulgenzio. Da “L’avaro” don Ambrogio, angosciato dall’eredità lasciata dal figlio morto, ovvero la nuora senza dote, cerca di approfittare del giovane don Ferdinando, innamorato della giovane vedova. Da “Le smanie per la villeggiatura” fervono frenetici preparativi per la partenza per la campagna fissata per la sera stessa: Leonardo, innamorato di Giacinta, non vuol partire insieme al signor Guglielmo, spasimante di Giacinta. Da “La donna di garbo” Rosaura dopo essere stata tradita da Florindo si reca a Bologna, dove risiede la famiglia del fedifrago, e si fa prendere a servizio dal padre di lui con l’intento di vendicarsi in qualche modo.

In ogni giornata è prevista la partenza di un gruppo di massimo 30 spettatori ogni 30 minuti. L’ultimo gruppo parte alle 20:30. Il costo del biglietto è 10 €. In caso di maltempo la serata sarà eventualmente recuperata a seguire nei primi giorni utili.

segnala il tuo evento gratuitamente +