giovedì
20
Maggio
domenica
30
Maggio

Sestri Levante, torna il cinema ribelle del Riviera International Film Festival

giovedì
20
Maggio
domenica
30
Maggio

Il cinema giovane, ribelle e indipendente ritrova la sua casa. È il Riviera International Film Festival, che torna dal 20 al 30 maggio con una formula ibrida: inizio online e gran finale dal vivo da venerdì 28 a domenica 30 maggio nella tradizionale cornice di Sestri Levante. Una formula innovativa per aggirare gli ostacoli della pandemia ma uno spirito immutato per la rassegna cinematografica dedicata ai registi under 35 e ai documentari sull’ambiente, che celebra quest’anno la sua quinta edizione.

Lo slogan “Revolution starts with a dream” identifica ancora una volta il RIFF come la casa dei ribelli del cinema indipendente e al contempo si rivolge al proprio target con una motivazione forte: fare qualcosa di grande con pochi mezzi, aiutare a cambiare il mondo con la propria arte, lasciare un messaggio importante ad un pubblico consapevole.

Confermata accanto al concorso principale la sezione documentari sull’ambiente, che anzi punta a crescere ancora con dieci film in concorso e sarà presieduta da Andrea Crosta, fondatore della Earth League International, un’organizzazione non governativa innovativa e specializzata in indagini under cover per lottare contro i crimini ambientali, inclusa la fauna selvatica. Una battaglia condotta unendo i mondi della conservazione, dell’intelligence, dell’analisi, del whistle blowing e della produzione dei media.

Ospiti anche i Mokadelic, gruppo musicale italiano noto al mondo del cinema specializzato nella composizione di colonne sonore: tra le loro produzioni principali ci sono le musiche di “Gomorra – La serie”, “A.C.A.B. – All Cops Are Bastards” e recentemente dei film “L’immortale” di Marco D’Amore, “Mollami” di Matteo Gentiloni e “Himmelsdalen / Sanctuary” di Enrico Maria Artale e Óskar Thór Axelsson. Per l’occasione presenteranno una masterclass tutta incentrata sul rapporto tra musica e film, colonne sonore e serie tv, e parleranno delle loro esperienze nel mondo del cinema, con una particolare attenzione alle tecniche di lavoro usate nei film e nelle serie.

“Chi come noi si occupa di promuovere il cinema in tutte le sue forme ha il dovere, specialmente in tempi bui come questi, di custodire la fiamma della cultura in ogni modo possibile e ad ogni costo – dichiara il direttore esecutivo Vito D’Onghia – L’uomo è animato dai sogni e dalle emozioni e anche quest’anno il Riviera International Film Festival farà da megafono ai tanti talenti sparsi per il mondo. Il cinema indipendente ha bisogno di essere supportato e noi ci saremo sempre”.

“Viviamo un’epoca di grandi conflitti e divisioni sociali e il Riviera International Film Festival è un evento che vuol far riflettere il pubblico sulle tematiche umane appartenenti alle nuove generazioni di registi e sulle condizioni del nostro pianeta – dichiara il presidente Stefano Gallini Durante – Il nostro è un festival in controtendenza in cui le voci giovani e indipendenti avranno sempre una piattaforma su cui divulgare i propri pensieri”.

“Riguardo la sezione Ambiente, sempre più rilevante, il RIFF vuole rimanere positivo e spinge una audience sempre più vasta e appassionata a focalizzare l’attenzione su visioni future costruttive anziché sugli errori del passato e le incertezze del nostro presente – prosegue – Vince chi non perde di vista gli obiettivi finali e cerca di trovare soluzioni: da sempre accogliamo con entusiasmo idee intelligenti e rivoluzionarie, molte volte snobbate dall’establishment politico. I nostri ospiti internazionali e i relativi incontri dal vivo ne testimoniano il nostro impegno”.

segnala il tuo evento gratuitamente +