Quantcast
Ambiente
mercoledì
26
Maggio

“L’insostenibile leggerezza dell’essere medusa”, conferenza con gli Amici dell’Acquario di Genova

mercoledì
26
Maggio

Genova. Mercoledì 26 maggio alle ore 17 si terrà online la conferenza “L’insostenibile leggerezza dell’essere medusa”, terzo incontro del ciclo “MareScienza: ricerca, studio e salvaguardia dell’ambiente marino”, promosso dagli Amici dell’Acquario. Silvia Lavorano, biologa e curatrice del Settore Tropicale dell’Acquario, e Marco Faimali, direttore dell’IAS-CNR, presidente dell’Area di Ricerca del CNR di Genova e docente di Ecotossicologia Marina all’ateneo ligure, parleranno di questi eterei animali facendoli conoscere non solo per la loro bellezza ma anche per gli interessanti studi di cui sono stati oggetto per le loro caratteristiche uniche.

L’Acquario ha iniziato ad ospitarle alla fine degli anni ‘90. In principio gli sforzi e le ricerche dei biologi si sono concentrati principalmente su come allevare in un ambiente controllato degli animali planctonici, delicatissimi, costituiti per il 98% d’acqua e che in natura viaggiano per i mari trasportate dalle correnti. Dopo i primi successi si è puntato ad affinare le tecniche di allevamento per ampliare il numero di specie e soprattutto acquisire tecniche per la loro riproduzione.

Si è scoperto in seguito che questi animali, ancora poco studiati in natura, hanno anche notevoli potenzialità dal punto di vista della ricerca scientifica e insieme ad importanti istituti, primo fra tutti l’IAS-CNR, sono stati avviati numerosi filoni di ricerca. Grazie a queste collaborazioni si è arrivati all’ideazione e validazione di un innovativo biosaggio ecotossicologico, l’Efira Test, per valutare la qualità dell’acqua di mare, utilizzato ormai quotidianamente presso l’Acquario come ulteriore controllo dell’acqua destinata agli animali ospitati presso le vasche.

Altri filoni di ricerca affrontati, utilizzando le meduse come modello biologico sperimentale, sono l’effetto dei cambiamenti climatici, l’effetto lenitivo che gli estratti di certe piante possono avere sulla tossicità del veleno delle meduse, e l’interazione delle microplastiche sugli stadi giovanili di questi animali. Numerosi sono inoltre i progetti futuri che verranno dedicati a questi animali antichissimi, presenti nel mondo prima ancora dei dinosauri.

segnala il tuo evento gratuitamente +