Quantcast
Ambiente
mercoledì
12
Maggio

“La ricerca sui coralli”: a Genova una conferenza sulla salvaguardia del mare con gli Amici dell’Acquario

mercoledì
12
Maggio
Generica

Genova. Il 12 maggio alle ore 17 sul sito web degli Amici dell’Acquario inizierà il nuovo ciclo dei “Mercoledì Scienza” dedicato a studi e ricerche per salvaguardare l’ambiente marino e che ci accompagnerà dalla primavera all’autunno con numerosi interessanti approfondimenti.

Nella prima parte i ricercatori e biologi dell’Acquario faranno conoscere meglio il loro importante impegno per l’ambiente marino. Da tantissimi anni l’ente lavora sui coralli tropicali e gli ambienti delle scogliere coralline: attualmente i coralli presenti nelle vasche sono riprodotti in acquario e non prelevati in natura. Le vasche dell’Acquario sono un’ottima opportunità per ricercatori, dottorandi e studenti universitari, affiancati dai biologi e dai tecnici, per studiare da vicino i coralli e trasferire le conoscenze acquisite in ambiente controllato alla natura, più precisamente alle Maldive. Qui presso il MaRHE Center dell’Università di Milano Bicocca sono in corso da tempo importanti ricerche scientifiche.

Le zone costiere comprendono habitat caratterizzati da un’alta produzione e un’elevata biodiversità. Le coste rocciose ospitano habitat estremamente ricchi e diversificati: gran parte della popolazione umana vive vicino alle coste e lì si sviluppa un’ampia gamma di attività economiche, come il turismo, la pesca, i trasporti e la produzione di energia. Di conseguenza assumono sempre maggiore importanza i progetti che mirano al ripristino degli ambienti marini. Si parlerà di due progetti di salvaguardia di specie minacciate cofinanziati dell’Unione Europea: il primo mira al ripopolamento delle alghe brune all’interno delle aree marine protette delle Cinque Terre e di Miramare, il secondo a reintrodurre Patella ferruginea nelle tre aree marine protette liguri (Portofino, Bergeggi, Cinque Terre).

Animali antichissimi, presenti nel mondo prima ancora dei dinosauri, le meduse saranno al centro di uno degli incontri non solo per la loro bellezza ma anche perché si sono rivelate interessantissimi animali da studiare con caratteristiche uniche. Inizialmente gli sforzi e le ricerche dei biologi dell’Acquario si sono concentrati principalmente su come allevare degli animali planctonici, delicatissimi, costituiti per il 98% d’acqua, che in natura viaggiano per i mari trasportate dalle correnti, in un ambiente particolare qual è quello di una vasca.

Ancora poco studiati in natura, questi animali hanno notevoli potenzialità dal punto di vista della ricerca: hanno portato infatti all’ideazione e validazione di un biosaggio ecotossicologico, l’Efira Test, per valutare la qualità dell’acqua di mare, utilizzato ormai quotidianamente presso l’Acquario.

segnala il tuo evento gratuitamente +