Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...
"Non solo formaggio", enogastronomia di Millesimo (Redazionale)

“Il rumore del silenzio” – Mostra e performance a cura del Teatro dell’Ortica

24/11 » 10/12/18

EVENTO GRATUITO
:

Attenzione l'evento è già trascorso

L’idea nasce da un laboratorio teatrale a cura di Anna Solaro e Romina Soldati del Teatro dell’Ortica e condotto con un gruppo di donne che testimoniano e interpretano un percorso comune sul tema della femminilità e del corpo femminile, affrontando il dolore e la violenza per tornare alla quotidianità e normalità.

Con il laboratorio si arriva ad una rappresentazione in cui i toni del racconto, fatto anche di corpi in azione, si intrecciano nel filo spesso e teso del dolore con quello della leggerezza ottenuta da innesti fatti con Humor ed ironia. Dal luogo del laboratorio ha preso vita un percorso intrecciato con il lavoro artistico di un gruppo selezionato di fotografi (Perla Franca Lombardi e i suoi allievi).

Gli scatti che fissano momenti di ricerca ed emozioni sono poi utilizzati nelle fasi successive come specchio per rivedersi e ricostruirsi. La mostra fotografica e il convegno informano e formano attraverso il racconto delle immagini e la presentazione dei percorsi di uscita dalla violenza, mandando alle donne di Genova e agli operatori un messaggio positivo: uscire si può!.

Programma

ore 16 inaugurazione della mostra e visita
ore 16:30 presentazione del progetto
ore 17:30 performance dei laboratori di teatro terapia del Centro per non subire violenza in collaborazione con il Teatro dell’Ortica

Dal 24 al 27 novembre sarà visitabile la mostra fotografica “Il rumore del silenzio”, scatti realizzati durante il laboratorio teatrale del Centro Per non subire violenza Onlus (da U.D.I.) e del Teatro dell’Ortica a cura della fotografa Perla Franca Lombardi. Teatroterapeuta: Anna Solaro. Operatrici pedagogico teatrale: Romina Soldati e Ilaria Piaggesi.

La mostra rappresenta un esito e un punto di partenza, un finale rovesciato: donne che si sono viste e riviste, alcune di loro per la prima volta. Quell’immagine su carta a colori o in bianco e nero che ritrae volti e corpi in movimento non è solo fotografia ma specchio possibile. “Non immaginavo di essere così” sono state alcune delle parole che hanno accompagnato lo sguardo verso di sé. Il senso è proprio aprire il proprio sguardo sulla possibilità di farcela cambiando il punto di vista ed è verso quel punto che lo sguardo di noi tutti deve guardare.

Dal 28 novembre al 10 dicembre la mostra si sposterà alla Biblioteca Berio in via del Seminario 16 a Genova dal lunedì a sabato dalle 8 alle 19.

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!