Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

In piazzetta a Portofino torna a vivere lo storico Caffè Excelsior foto

Creano curiosità in Piazzetta a Portofino i lavori in corso allo storico Caffè Excelsior, uno dei più rinomati della splendida località del Tigullio. Si mormora che riapra entro un mese, e in Piazzetta non si parla di altro. Curiosi, appassionati ma soprattutto i nostalgici allungano il collo dentro i locali per rivivere i fasti della Portofino che fu. Tra questi anche i vecchi camerieri, che, fotografie alla mano, ti raccontano di una Portofino legata all’eleganza di un’Italia e di un Jet Set internazionale che non ormai c’è più.

Caffè excelsior

Come racconta Antonio Nannicini nel suo “Lettera da Portofino”, il Caffè Excelsior nasce da Santin e Lina repetto nel 1924 e divenne da subito il luogo preferito di famosi personaggi dell’epoca: Marconi vi passava molto tempo continuando i suoi esperimenti, facendo la spola con l’albergo Miramare. Ma nelle giornate di calma di mare, specie in estate, amava scendere con il “tender” a Portofino per sedere ai tavoli dell’Excelsior e sorbirsi un moka. A Portofino ci sono già i proprietari di ville e di castelli ai quali cominciano ad unirsi i nomi della nobiltà italiana: i Borghese, i Colonna, il Barone Freddy De Thierry. È sarà proprio Freddy De Thierry che inizierà la Lina ai segreti dell’American Bar per cui, sul finire degli anni trenta anche all’Excelsior si serve come aperitivo il Negroni che, su ricetta dell’omonimo conte, rende celebre la Capannina di Forte dei Marmi.

caffe excelsior

Al Caffè Excelsior la Lina nel 1941, in piena guerra, s’inventa un gelato destinato a diventare famoso. È un insieme di gelato di crema, lamponi, gelato di lampone e panna con sciroppo di granatina, servito in un gran bicchiere. Qualche cliente chiede il nome e, da buona ligure, dice che è un “paciugo” che tradotto letteralmente starebbe per “pasticcio”. La coppa gelato “Paciugo” diventerà il gelato più servito tra i tavolini del Tigullio.

Nell’immediato dopo guerra è qui che si servono i primi Gin-Tonic, grazie all’accordo con l’inglese Shweppes che spedisce i suoi primi cartoni in Italia ed è ancora qui si esperimentano i primi long drink come il Pimm’s servito all’epoca in Piccadilly Circus a Londra. Cominciano gli anni ’60 e in Piazzetta arrivano Clark Gable, Frank Sinatra, Tyrone Power, Rita Hayworth, Brigitte Bardot, per citarne alcuni, e i tavolini dell’Excelsior si riempiono di vip e sono circondati da curiosi e paparazzi.

Passano gli anni, passano le mode, ma il fascino della Piazzetta più famosa d’Italia rimane, e le frequentazioni famose non si fanno attendere. Dopo la nomina a ‘Locale Storico d’Italia’ l’Excelsior rimane inspiegabilmente fermo per più di un anno, ma ora sembra voler rinascere. La nuova proprietà, si mormora, vuole riportare la classe e l’eleganza persa in questi anni e, a giudicare dagli arredi che si intravedono nei locali in ristrutturazione, sembra sia davvero una rinascita.

Più informazioni su