Waterfront ponente

Dal “mare” a Palmaro al recupero di via Novella, si alza il velo sui progetti che cambieranno un pezzo di ponente

Con i 15 milioni del bando ministeriale Pinqua Comune e Municipio metteranno mano ad alcune criticità storiche

palmaro pinqua

Genova. 15 milioni di euro dal bando ministeriale Pinqua – Qualità dell’abitare sono il tesoretto a disposizione del Comune di Genova per cambiare, in sei mosse, Pra’ e dintorni. Dopo il Waterfront Levante, l’amministrazione ha l’obbiettivo di riqualificare anche il Waterfront Ponente con una riorganizzazione degli spazi, più verde, strutture per lo sport, il cohousing e servizi e anche con la possibilità del ritorno, se non del mare vero e proprio, comunque dell’acqua – grazie alla realizzazione di un canale – tra l’abitato di Palmaro e le aree portuali.

Domani, venerdì 5 agosto, sarà alzato definitivamente il velo sui progetti per i quartieri. Saranno illustrati a palazzo Tursi dal vicesindaco Pietro Piciocchi e dal presidente del municipio Ponente Guido Barbazza che, già con l’associazione Primavera aveva seguito e promosso a lungo questo percorso di cambiamento.

Il piano complessivo del Pinqua per Pra’ ha profili noti da almeno un anno, quando le linee d’azioni erano state prospettate durante un incontro a Villa De Mari. Ma ora ci saranno nuovi dettagli e, si spera, indicazioni precise sulle tempistiche.

Generico agosto 2022

Gli interventi di più immediata realizzazione saranno la ristrutturazione di alcuni appartamenti Erp in via Novella, opera da 1,1 milioni di euro e per cui il Comune ha appena pubblicato l’avviso di procedura negoziata. Nella zona di Ca’ Nova, proprio su quella collina dove nei giorni scorsi si sono sviluppati degli incendi, saranno ricavati nuovi spazi pubblici all’aperto tra cui una piazza, un campo da basket e volley, un’area parkour e altri circuiti fitness ma si prevede anche un piano di riforestazione del verde abbandonato oltre alla sistemazione di 35 alloggi sfitti.

Ci saranno poi la riqualificazione di Villa De Mari per la realizzazione di co-housing destinati anche a giovani per residenze temporanee, spazi per eventi e un parco. Oggetto della progettazione la riqualificazione dell’ala storica dell’edificio e del giardino.

Ma ci saranno anche lavori sul centro storico di Palmaro, sconosciuto e poco apprezzato da chi magari non vive a ponente, a partire dalla ripavimentazione di via Nostra Signora dell’Assunta in stile “creuza” finalizzata a un tratto di pedonalizzazione, tra l’incrocio con via Murtola e il sagrato della chiesa. Tassello fondamentale nel processo di riqualificazione dell’area di Pra’ Palmaro è la valorizzazione dei percorsi storici del centro storico e il loro collegamento con il nuovo parco urbano previsto lungo l’Aurelia.

Generico agosto 2022

Confermata anche la riconversione a uso urbano dell’area situata a valle della via Aurelia, oggi area ferroviaria. Il progetto ha visto la collaborazione del Università di Genova (Dicca) e dell’associazione Primavera e si basa sull’idea vincitrice di un concorso. L’obbiettivo finale del progetto – che per ora partirebbe con i 9.500 metri quadrati tra il torrente Branega e via alle Sorgenti Solfuree – e dare vita a un canale d’acqua che si spinga fino al rio San Giuliano con percorsi pedonali, pista ciclabile e tanto verde a occultare i binari del treno.

L’intervento, però, è subordinato al completamento dello spostamento della linea Genova-Ventimiglia verso mare, nell’ambito del potenziamento del nodo ferroviario di Genova nell’area Voltri-Pra’ e la risoluzione dell’interferenza rappresentata dal viadotto di connessione tra l’autostrada A10 e il Porto di Pra’ con la realizzazione di un nuovo viadotto. I soggetti interessati sono quindi Rfi e Aspi.

leggi anche
Generico agosto 2022
Rigenerazione
Pra’, entro il 2025 il quartiere cambierà volto: ecco i primi tre progetti pronti a partire