Toti, Medusei e Rossetti: la Liguria ha scelto i delegati per l'elezione del presidente della Repubblica - Genova 24
Verso il voto

Toti, Medusei e Rossetti: la Liguria ha scelto i delegati per l’elezione del presidente della Repubblica

L''opposizione si divide: Sansa vota con il Pd ma Pastorino candida Tosi. La spunta il decano dei dem

Generica

Genova. Sono il presidente della Giunta Giovanni Toti, il presidente dell’assemblea regionale Gianmarco Medusei e il consigliere regionale Pippo Rossetti i “grandi elettori” delegati in rappresentanza della Liguria per le votazioni del nuovo presidente della Repubblica che inizieranno lunedì 24 gennaio.

Maggioranza compatta con 17 voti per i due candidati istituzionali, mentre dalla spaccatura dell’opposizione ha la meglio il decano dei dem, che ottiene otto voti, verosimilmente tutti quelli dei suoi compagni di partito e i due della Lista Sansa. Si ferma a tre voti il capogruppo del M5s, Fabio Tosi, candidato da Gianni Pastorino, Linea Condivisa, che dovrebbe aver raccolto i voti dei due gruppi rimanenti dell’opposizione.

Quella che è andata in scena oggi è stata – spiega l’agenzia DIRE – una vera e propria spaccatura all’interno dell’opposizione. Il candidato del Pd non è stato né il capogruppo Luca Garibaldi, su cui sembrava si fossero stretti gli accordi con il resto della minoranza dopo che Ferruccio Sansa aveva ritirato la propria candidatura, né il vicepresidente del consiglio, Armando Sanna, ma il consigliere decano Pippo Rossetti. Una scelta che ha mandato su tutte le furie il capogruppo di Linea condivisa, Gianni Pastorino, che ha scelto così di candidare il collega di M5s, Fabio Tosi.

“Io ho una faccia sola – ha tuonato al microfono Pastorino – i pasticci non mi sono mai piaciuti, cerco sempre di trovare soluzioni condivise e credo ci fosse molto tempo per trovare una composizione. Il centrodestra ha giustamente fatto una scelta istituzionale, a più riprese ho chiesto che la stessa cosa venisse fatta dall’opposizione. Stamattina scopro che le cose sono diverse da quelle che ci eravamo detti ieri”. Una rottura, quella avvenuta stamani, che non un bel segnale politico, anche e soprattutto in vista della scelta del candidato del centrosinistra per le prossime elezioni amministrative di Genova.

“Ringrazio il Gruppo regionale della Lista Sansa e del Partito Democratico che mi hanno dato fiducia: sono onorato di essere uno dei grandi elettori – commenta il consigliere Pippo Rossetti – Il paese vive una situazione mai vista prima: da un lato il dramma del Covid e dall’altro la grande opportunità dei fondi straordinari messi a disposizione dall’Europa per la crescita e lo sviluppo del nostro paese, che va sfruttata al massimo. Mai, forse, un Presidente della Repubblica è stato eletto in una situazione così delicata. Sono convinto che parteciperò all’elezione di una persona che ci darà sicurezza e speranza, quello di cui il Paese ha bisogno”.

“Per me è un onore e una grande responsabilità – commenta il presidente dell’assemblea regionale Gianmarco Medusei – Come tutti i giorni, e a maggior ragione in questa occasione, cercherò di rappresentare al meglio la comunità ligure, e in particolare quella spezzina che mi ha eletto, in un passaggio fondamentale della vita politica della nostra Nazione. Il nuovo presidente della Repubblica dovrà essere una figura competente e un saldo punto di riferimento per tutti gli italiani in un momento delicato per tanti concittadini alle prese con difficoltà economiche peggiorate dal rincaro di luce e gas e con le problematiche sanitarie del covid e delle patologie no covid lasciate indietro negli ultimi due anni”.

Più informazioni