Festival del doppiaggio, nomination per il genovese Andrea Lavagnino doppiatore del 'Professore' della Casa di carta - Genova 24
Xxii edizione

Festival del doppiaggio, nomination per il genovese Andrea Lavagnino doppiatore del ‘Professore’ della Casa di carta

Il doppiatore si contende l’Anello d’Oro per il miglior doppiaggio generale della televisione

Generico dicembre 2021

Genova. Il Festival internazionale del doppiaggio “Voci nell’Ombra”, arrivato alla XXII edizione, torna in presenza dall’8 al 12 dicembre 2021 a Genova e a Savona. Quest’anno è dedicato a Ludovica Modugno, attrice e doppiatrice scomparsa lo scorso ottobre, voce ufficiale di Glenn Close, Cher, Anjelica Huston, tra le altre.

A cura dell’Associazione culturale Risorse – Progetti & Valorizzazione con la direzione di Tiziana Voarino, si lascia alle spalle l’edizione on line organizzata in pieno lockdown e il ventennale celebrato nel 2019 alla Mostra del Cinema di Venezia. Il tradizionale riconoscimento è l’Anello d’oro e si riferisce all’antica unità di misura del doppiaggio, attualmente sostituita dal time code.

I premiati saranno svelati durante la Serata d’Onore in programma domenica 12 dicembre a Genova, nella Sala del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale. Complessivamente, in cinque giorni sono in programma sette appuntamenti fra incontri, tavole rotonde, talk show con proiezioni di film, oltre alla cerimonia di consegna dei premi.

Ingresso libero e gratuito fino a esaurimento posti, regolato dalle norme sanitarie vigenti. Per prenotarsi, occorre scansionare il qrcode pubblicato su https://www.vocinellombra.com/programma-xxii-edizione-2/. Il Festival è sostenuto da MiC – Direzione Generale Cinema e Audiovisivo, Regione Liguria, Fondazione Agostino De Mari, SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, Nuovo IMAIE, Quidam – eccellenza nella lavorazione del vetro per l’edilizia e per l’interior design, Gruppo Banca Carige, Artis Project, Blindsight Project ODV e da Tiziana Lazzari –Cosmetic Dermatology.

«Voci nell’Ombra – afferma Ilaria Cavo assessore alla cultura di Regione Liguria – è un punto di riferimento per il settore essendo stata la prima manifestazione dedicata al doppiaggio in Italia, torna in presenza e abbraccia sempre di più il nostro territorio. Questa edizione parte da Genova, si sviluppa a Savona e si conclude nel capoluogo ligure al Palazzo Ducale. È la certificazione di un radicamento ligure che quest’anno diventa riconoscimento per due produzioni che hanno valorizzato la nostra regione: il cartone animato “Luca” e la serie televisiva “Blanca”. Regione Liguria sostiene questo festival con l’obiettivo di incentivare la rete creata. Importante anche il legame che Voci nell’Ombra ha saputo creare con le scuole dando la possibilità agli studenti di confrontarsi con il mondo del doppiaggio e l’attenzione alla disabilità e l’inclusione che si concretizza con una giornata dedicata alle nuove esigenze del doppiaggio e all’accessibilità. Ed ecco dunque il grande valore della trasversalità che questo Festival porta con sé».

«È sempre in crescita – dichiara Tiziana Voarino, direttrice di “Voci nell’Ombra” – volto alla dinamica del rinnovamento e dell’attualizzazione, il nostro festival. Attento alle esigenze e ai nuovi scenari del settore, anche in relazione all’evoluzione delle tecnologie e delle piattaforme di visione, alle necessità di fruibilità on line, pronto a implementare l’attenzione sull’accessibilità agli audiovisivi. Proiettati verso l’internazionale non tralasciamo il territorio: sono oltre cento le collaborazioni e indubbia è la testimonianza della sua forte e voluta promozione. La Liguria è in primo piano, come per le precedenti edizioni. Quest’anno il Festival consegna anche un premio al film “Luca” e alla serie televisiva “Blanca”, ambientati rispettivamente alle Cinque Terre e a Genova». Operazione che Tiziana Voarino ha portato avanti anche nel libro “Doppiaggio & Doppiaggi”, uscito nel dicembre 2021, e nell’intervento tenuto sabato 27 novembre al Mediterranean Forum – Il forum degli Enti locali e delle Imprese del Mediterraneo di Vigevano, dove ha parlato del Festival come esempio di valorizzazione del territorio. Inoltre, lo scorso settembre ha ricevuto il Premio Cinematografico “Stefano Pittaluga”, ideato e realizzato da ACEC Liguria, in qualità di direttrice del festival “Voci nell’Ombra”.

Fondata nel 1996 da Claudio G. Fava e Bruno Astori, “Voci nell’Ombra” è stata la prima manifestazione italiana dedicata al doppiaggio e per questo ha avuto il merito di costituire un vero e proprio spartiacque, contribuendo in modo determinante a valorizzare le grandi voci del doppiaggio italiano, vere controfigure sonore del cinema e della televisione, fino ad allora sconosciute al pubblico. Le “voci nell’ombra” delle sale di doppiaggio, grazie a una precisa e costante opera di divulgazione e oltre 300 premi consegnati, sono diventate stelle. Tra i molti nomi premiati: Omero Antonutti, Elio Pandolfi, Licia Maglietta, Micaela Esdra, Angelo Maggi, Silvia Pepitoni, Roberto Chevalier, Francesco Pannofino, Giuppy Izzo, Fiamma Izzo, Carla Signoris, Luca Ward, Maria Pia Di Meo, Rodolfo Bianchi, Dario Penne, Nikita Mikalkoff, Ferruccio Amendola, Rita Savagnone, Massimo Lopez, Michele Kalamera, Silvio Soldini, Tullio Solenghi, Cesare Barbetti, Peppino Rinaldi, Claudio Bisio, oltre alla stessa Ludovica Modugno.

La XXII edizione di “Voci nell’Ombra”, dedicata a Ludovica Modugno si apre mercoledì 8 dicembre a Genova, con l’incontro “La commedia cinematografica europea e il doppiaggio italiano” che si terrà al Club Amici del Cinema (ore 20,45), preceduto dalla proiezione del film “Il matrimonio di Rosa” di Icíar Bollaín. Interverranno il direttore del Club Amici del Cinema Giancarlo Giraud, la direttrice di doppiaggio e dialoghista Monica Pariante, le attrici e doppiatrici Stefania Patruno, Annalisa Longo, Marina Thoez e l’attore, doppiatore e comico Mario Zucca, la presidente di CAD Vicky Colombo, il critico cinematografico Juri Saitta e la direttrice di “Voci nell’Ombra” Tiziana Voarino.

Oltre a esaltare il ruolo degli attori e doppiatori, il Festival “Voci nell’Ombra” costituisce un momento di riflessione a tutto tondo sulle professionalità che ruotano intorno al mondo degli adattamenti, delle audiodescrizioni e dell’interpretazione in LIS, ovvero nella lingua dei segni. Giovedì 9 dicembre, alle ore 14, on line sulla pagina Facebook e sul sito del Festival, avrà luogo la giornata internazionale di studi “Nuove esigenze del settore doppiaggio, della trasposizione multimediale e dell’accessibilità: bisogni e proposte alla ricerca di soluzioni”. La discussione fra esperti nazionali e internazionali sarà presieduta da Anna Giaufret e Micaela Rossi, docenti all’Università di Genova – Dipartimento di Lingue e Culture Moderne, e sarà interpretata in LIS, la lingua dei segni. Tra i temi trattati figurano: “La sfida di tradurre canzoni” a cura di Aida Franch dell’Università di Barcellona; “I Neuroavatar” secondo Alexej Kozuljaev, direttore generale della RuFilms russa; “La traduzione audiovisiva” per Stefano Leoncini dell’Université Côte d’Azur; “Vantaggi delle voci naturali nell’industria dell’audiovisivo” con Rachele Raus, linguista dell’Università di Bologna, e Antonio Romano, fonetista dell’Università di Torino.

Il tema dell’accessibilità sarà trattato da Laura Raffaeli, presidente di Blindsight Project ODV con una relazione del titolo “Inclusione e accessibilità in TV e al cinema per le persone disabili visive”, mentre Laura Giordani parlerà de “L’arte di descrivere: il mestiere difficile dell’audiodescrittore”.

Molti gli interventi di attori, doppiatori, adattatori-dialoghisti, direttori di doppiaggio, che porteranno ad esempio la lunga esperienza condotta sul campo: Alessio Cigliano, Silvia Pepitoni, Fabrizia Castagnoli, Roberto Chevalier e Rodolfo Bianchi.

Venerdì 10 dicembre il Festival si sposta a Savona per il talk show con proiezioni “Dal passato al futuro attraverso la cultura. Patrimoni da recuperare e valorizzare”, in programma al Teatro Sacco alle ore 21.

Sempre a Savona, sabato 11 dicembre, alle ore 14.30, è in programma la presentazione della Scuola di doppiaggio (https://www.vocinellombra.com/scuola-di-doppiaggio/) e della Creative Academy recentemente nata a Savona. Alle 15 si svolgerà la masterclass di doppiaggio tenuta dall’attrice e doppiatrice Laura Lenghi tra le altre, voci di Hilary Swank in “Lolita – I peccati di Hollywood” e in “Million Dollar Baby” e di Mulan nel film di animazione. Alle ore 17.00 il Teatro Cattivi Maestri – Officine Solimano (via dei Carpentieri 1, Darsena) ospita l’incontro di Luca Tesei e Alberto Vannini, doppiatori rispettivamente di Alberto Scorfano e Luca Paguro, due personaggio Disney Pixar “Luca” di Enrico Casarosa, ambientato in Liguria. Parteciperà Francesca Giacardi.

La XXII edizione di “Voci nell’Ombra” si chiude domenica 12 dicembre a Genova, nella prestigiosa cornice di Palazzo Ducale. Il primo appuntamento è tra le ore 14 e le ore 15 con lo spazio interviste riservato ai giornalisti, all’interno del quale sarà varato il nuovo format Ciak Voce ai giovani dove a porre le domande ai doppiatori saranno gli studenti, iniziativa organizzata grazie alla rinnovata collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale.

Alle ore 18 nella Sala del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale si arriva al momento più spettacolare del Festival: la Serata d’Onore. La cerimonia di consegna degli Anelli d’Oro e di tutti gli altri premi sarà condotta dallo speaker radiofonico Maurizio di Maggio e dalla giornalista televisiva Patrizia Caregnato, e potrà essere seguita anche con la traduzione nella lingua dei segni – LIS a cura ANIOS. La giuria, composta da esperti del settore, giornalisti, critici cinematografici, esponenti del mondo dello spettacolo e docenti accademici (tutti i nomi sul sito del festival: https://www.vocinellombra.com/la-giuria-del-festival-xxii -edizione/), ha selezionato le nomination e i vincitori degli Anelli d’Oro e degli altri premi del 2021.

Il Premio “Claudio G. Fava” alla Carriera andrà a Luigi La Monica, voce tra gli altri di Christopher Walken, William Hurt e Jonathan Pryce. L’Anello d’ Oro ai prodotti di Animazione e il premio Voci di Cartoonia 2021 saranno assegnati ad Alberto Vannini e Luca Tesei, rispettivamente doppiatori di Luca Paguro e Alberto Scorfano nel film “Luca” del genovese Enrico Casarosa, una storia ligure prodotta da Disney Pixar. Infine, la fiction “Blanca” prodotta da Lux Vide e attualmente in onda su Rai 1, girata a Genova, riceverà un Premio Internazionale per l’audioinnovazione inclusiva.

A partire dal 2015 SIAE Società Italiana degli Autori ed Editori sostiene il Festival nell’ambito di una politica dedicata a promuovere e a valorizzare i giovani talenti e il loro percorso formativo e lavorativo. Quest’anno il PREMIO SIAE è basato sulla selezione della commissione di qualità 2021 del Festival e sarà assegnato a Davide Turla.

Dulcis in fundo, le nomination della XXII edizione di “Voci nell’Ombra”. Si dividono nelle due sezioni “Cinema” e “Televisione”, per ognuna delle quali sono state individuate tre categorie: Miglior Doppiaggio Generale, Miglior Voce Femminile e Miglior Voce Maschile.

A contendersi l’Anello d’Oro per il Miglior Doppiaggio Generale nel cinema sono: Marco Guadagno per la direzione di “Black Widow”, Carlo Cosolo per “Dune”, Alessandro Rossi per “The Father – Nulla è come sembra”. L’Anello d’Oro per la miglior voce maschile nel cinema: Stefano De Sando, doppiatore di Gary Oldman in “Mank”, Alex Polidori, doppiatore di Timothée Chalamet in “Dune”; Antonio Sanna, doppiatore di Stanley Tucci in “Supernova”. L’Anello d’Oro per la miglior voce femminile nel cinema: Tiziana Avarista, doppiatrice di Candela Peña ne “Il matrimonio di Rosa”; Ilaria Latini, doppiatrice di Amy Adams in “Elegia americana”; Lucrezia Marricchi, doppiatrice di Abigail Breslin ne “La ragazza di Stillwater”.

A contendersi l’Anello d’Oro per il Miglior Doppiaggio Generale della televisione sono: Federico Zanandrea per “American Rust – Ruggine Americana”; Laura Boccanera per “Billions”; Lucio Saccone per “La casa di carta”. L’Anello d’Oro per la miglior voce maschile della televisione: Mino Caprio, doppiatore di Martin Short in “Only Murders in the Building”; Andrea Lavagnino, doppiatore di Alvaro Morte ne “La casa di carta”; Manuel Meli, doppiatore di Freddie Highmore in “The Good Doctor”. L’Anello d’Oro per la miglior voce femminile della televisione: Rossella Acerbo, doppiatrice di Reese Witherspoon in “The Morning Show”; Chiara Colizzi, doppiatrice di Nicole Kidman in “Nine Perfect Strangers”; Valentina Favazza, doppiatrice di Emily Wickersham in “NCIS – Unità anticrimine”. Solo uno di ogni terna, percorrerà il red carpet per ricevere l’Anello d’Oro 2021.

Sarà inoltre consegnato l’Anello d’Oro per l’adattamento e i dialoghi italiani per il cinema e per la televisione. La sezione “Accessibilità”, collegata alla campagna “Per vedere a occhi chiusi” lanciata nel 2019, è affidata alla Blindsight Project ODV con l’obiettivo di focalizzare ancora più attenzione sulle esigenze nella fruizione degli audiovisivi per le persone disabili della vista, anche quest’anno consegnerà i suoi premi.

La XXII edizione di “Voci nell’Ombra” è sostenuta da MiC – Direzione Generale Cinema e Audiovisivo, Regione Liguria, Fondazione Agostino De Mari, SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, Nuovo IMAIE, Quidam – eccellenza nella lavorazione del vetro per l’edilizia e per l’interior design, Gruppo Banca Carige, Artis Project, Blindsight Project ODV e da Tiziana Lazzari – Cosmetic Dermatology.

Molti i patrocini rilevanti, tra cui ANAD, AGIS, ANEC, Comune di Savona, Comune di Genova, Camera di Commercio di Genova, Camera di Commercio delle Riviere di Liguria ed enti del territorio, Genova Liguria Film Commission, CNA e Confassociazioni, inclusa la branch Spettacolo Cinema Teatro. Oltre all’Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria, all’Università degli Studi di Genova, in particolar modo il Dipartimento di Lingue e Cultura Moderne, all’Università Alma Mater di Bologna, alla Civica Scuola Interpreti e Traduttori “Altiero Spinelli”, all’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, alle internazionali Università di Strasburgo, all’Université Côte d’Azur di Nizza, all’Università Aerospaziale di San Pietroburgo SUAI e alla Rufilms russa, all’Università Autonoma di Barcellona, si aggiungono da questa edizione la UNINT – Università degli Studi Internazionali di Roma e la SSMLL Gregorio VII di Roma.

Sono oltre 100 le collaborazioni del Festival visibili alla pagina https://www.vocinellombra.com/sostenitori-xxiiedizione/ tra cui artisti del territorio che realizzano i premi del Festival in vetro e ceramica. Sono: Quidam, Vanessa Cavallaro, G.G. Arte Ceramica per gli Anelli d’Oro, Gabriella de Filippis per il Premio Le Voci di Cartoonia 2021. Tutti gli altri premi sono realizzati da Quidam.