Cremagliera di Granarolo, la Regione approva la convenzione: 3,5 milioni per la terza vettura - Genova 24
Investimenti

Cremagliera di Granarolo, la Regione approva la convenzione: 3,5 milioni per la terza vettura

Altri 4 milioni per la ristrutturazione della tratta Principe-via Bari e 100mila euro per un sistema di videosorveglianza

cremagliera granarolo

Genova. Dopo sei mesi di stop per lavori e il ritorno in servizio il 1° dicembre, arriva una buona notizia per il futuro della ferrovia a cremagliera Principe-Granarolo, impianto ultracentenario che si arrampica sulle alture della città: la giunta regionale riunita oggi, su proposta dell’assessore ai Trasporti Gianni Berrino, ha approvato lo schema di convenzione da stipularsi fra Regione Liguria, Città Metropolitana di Genova, Amt e Mims che disciplina le modalità di erogazione di risorse ministeriali per complessivi 7,6 milioni di euro destinate a interventi per la messa in sicurezza.

Tra queste risorse, come anticipato a giugno da Genova24, ci sono anche 3,5 milioni per l’acquisto di una nuova vettura, altri 4 milioni per la ristrutturazione della tratta Principe-via Bari (appena sottoposta a interventi straordinari) e 100 mila euro per il sistema di videosorveglianza sulla linea.

“Gli interventi finanziati consentiranno di migliorare e rendere più efficiente e sicuro il servizio sulla cremagliera genovese inaugurata nel 1901 che costituisce un’importante costola del sistema di trasporto pubblico genovese verso le zone collinari insieme agli ascensori e alle altre funicolari. La Principe-Granarolo rappresenta una preziosa testimonianza della storica propensione di Genova, già dall’inizio del secolo scorso, al ricorso di sistemi tecnologicamente all’avanguardia per collegare verticalmente le aree collinari della città con il centro cittadino”, sottolinea l’assessore Berrino.

La terza vettura richiederà un’apposita progettazione, visto che i due esemplari attualmente in servizio sono praticamente unici e costruiti su misura, pezzi di ricambio compresi. Diventerà comunque indispensabile se, com’era già preventivato, dopo l’immissione in servizio della seconda, verrà mandata in cantiere la prima per subire lo stesso intervento di revamping: per questo intervento nel piano nazionale di sicurezza ferroviaria c’è già un finanziamento di 300mila euro

leggi anche
cremagliera granarolo
Finalmente
Cremagliera di Granarolo, domani riapertura integrale dopo 6 mesi di lavori (e sarà gratuita)
cremagliera granarolo
Impianto speciale
Cremagliera di Granarolo, l’odissea è quasi finita. E all’orizzonte spunta una terza vettura
cremagliera granarolo
Ancora...
La Cremagliera di Granarolo si ferma per guasto, residenti infuriati: “Neanche un messaggio”