Contro la violenza sulle donne, al via mostra fotografica e presentazione libro sulle case rifugio - Genova 24
Sensibilizzazione

Contro la violenza sulle donne, al via mostra fotografica e presentazione libro sulle case rifugio

Il laboratorio viene condotto dal Teatro dell’Ortica e da un’operatrice del Centro Per Non Subire Violenza APS nel progetto Il Rumore del Silenzio

ceriale violenza donne

Genova. Appuntamento dal 10 al 18 dicembre per la mostra Fotografica “Le parole smarrite e le parole ritrovate” dal laboratorio Teatro Terapia con donne vittime di violenza e martedì 14 dicembre alle 17.30 per la presentazione libro “La Casa Rifugio a indirizzo segreto- 20 anni a Genova”, promossi entrambi dal Centro per non subire violenza.

Mostra

Dal 10 al 18 dicembre nell’atrio della Biblioteca Gallino del Centro Civico Buranello verrà esposta la mostra fotografica “Le parole smarrite e le parole ritrovate”.

24 scatti in bianco e nero e a colori: momenti preziosi degli incontri di laboratorio che coinvolgono le donne vittime di violenza e che hanno intrapreso un percorso di uscita dalla violenza, insieme ad altre donne che fanno parte della cittadinanza.

Il laboratorio viene condotto dal Teatro dell’Ortica e da un’operatrice del Centro Per Non Subire Violenza (da Udi) APS nel progetto Il Rumore del Silenzio.

Il laboratorio è uno spazio protetto di riscoperta e di condivisione utile al rafforzamento della propria autostima, che diventa uno strumento importante di sostegno al percorso di elaborazione e di uscita dalla violenza. E’ uno spazio di libera espressione che attraverso la narrazione autobiografica, la pratica del non giudizio e il confronto tra tutte le donne facilita la nascita di nuove consapevolezze e di una ridefinizione delle sofferenze patite.

L’inaugurazione della mostra fotografica sarà Sabato 11 dicembre alle ore 17.00 nell’atrio della Biblioteca Gallino con la fotografa Perla Franca Lombardi, Anna Solaro del Teatro dell’Ortica, Romina Soldati del Centro Per Non Subire Violenza e altre operatrici del Centro.

Generico dicembre 2021

Presentazione libro

Martedì 14 dicembre alle ore 17,30 Il Centro Per Non Subire Violenza (da Udi) APS presenterà il libro “La Casa Rifugio ad indirizzo segreto- 20 anni a Genova” nella Sala Blu del Centro Civico Buranello, in collaborazione con l’Associazione culturale “Amici dell’arte, della musica e poesia”, con l’Associazione Culturale “La strada dell’arte”, di cui Daniele Benigno è il Presidente e con Alessandra Santy Melizia e Marina Rossi (digital artist) che nell’associazione hanno sviluppato il progetto Orizzonti in Rosa che fonde fotografia e poesia.

I versi delle poesie recitati da Anna Olivari, attrice e presidente dell’Associazione sono di Alessandra Santy Melizia che dedica la scrittura all’arte di star bene, a quell’arte che spesso aiuta ad uscire da situazioni di disagio e sofferenza.

Anna Olivari darà voce anche alle testimonianze tratte dal libro “la Casa rifugio a indirizzo segreto – 20 anni a Genova”.

L’operatrice Romina Soldati dice “dal 2015 al 2019 sono state 23 donne seguite dal Centro Per Non Subire Violenza (da Udi) APS a partecipare al laboratorio, la pandemia purtroppo ci ha costretti a sospendere il laboratorio, ma abbiamo intenzione di riprenderlo dopo il periodo natalizio. Le donne richiedono di partecipare al laboratorio perché lo stare insieme, il condividere la propria storia in un luogo senza giudizio, riconoscere il proprio corpo come oggetto/soggetto violato, offre alle donne un’importante opportunità di rielaborare i propri vissuti.”

Paola Toni, coautrice del libro: “Un libro corale, tante voci e tante esperienze di donne che raccontano la nascita della Casa Rifugio e il suo sviluppo negli anni, la storia del Centro Per Non Subire Violenza da cui ha origine e tutti i progetti che sta portando avanti per sensibilizzare sui temi della violenza di genere. Il testo si snoda tra difficoltà vissute e traguardi raggiunti, tra sofferenze e speranze. Un intreccio di fatiche e laboriosità, di sensazioni emotivamente coinvolgenti che creano un legame tra le donne vittime e le operatrici che, con la loro grande professionalità, le conducono ad un unico obiettivo: uscire dalla spirale violenta e recuperare la propria vita. Il ricavato andrà a sostenere i costi di gestione, le attività extra scolastiche per i minori ospiti e per rendere la Casa Rifugio un luogo sempre più accogliente”

Chiara Panero, coautrice del libro “La Casa Rifugio a indirizzo segreto, nata 20 anni a Genova, ospita donne vittime di violenze, sole e mamme con i propri figli/e che necessitano di protezione perché in pericolo di vita. Dal 1997 al 2019 le persone accolte sono state 393 ospiti di cui 197 donne e 196 minori. L’età della maggior parte delle donne va dai 25 ai 60 anni per i minori prevalentemente l’età scolare dai 6 ai 15 anni. L’86% delle donne ha interrotto definitivamente la relazione maltrattante e ha raggiunto l’autonomia”