Università di Genova, il rettore Delfino: "Dal secondo semestre lezioni in presenza al 100%" - Genova 24
Deciso

Università di Genova, il rettore Delfino: “Dal secondo semestre lezioni in presenza al 100%”

La conferma a margine dell'inaugurazione dell'anno accademico. Protesta degli studenti no green pass: "Siamo discriminati per motivi politici"

green pass studenti università genova

Genova. Dal secondo semestre le lezioni all’Università di Genova torneranno in presenza per il 100% degli studenti. A confermarlo definitivamente è il rettore Federico Delfino intervenuto a margine dell’inaugurazione dell’anno accademico al teatro della Corte.

“Le situazione pandemica vede in questo momento un aumento dei contagi ma anche numeri contenuti a livello di ricoveri, quindi è sotto controllo e il Governo sta prendendo le misure adeguate – spiega il rettore -. Noi abbiamo deliberato di tornare al 100% in presenza, quindi confermo questo orientamento sicuramente per il secondo semestre, auspicando anche una regressione dei contagi legata alle nuove misure”.

Dal punto di vista dei controlli e delle misure di sicurezza non ci saranno cambiamenti significativi: “I protocolli già oggi contemplano tutte le casistiche – prosegue Delfino -, c’è un processo di verifica del personale e degli studenti a campione, come previsto dalla normativa di legge, quindi continueremo in questo modo. Devo dire che c’è anche molto senso di responsabilità da parte della comunità accademica e degli studenti”.

Nel frattempo, a pochi metri dalla cerimonia di inaugurazione, la protesta di una ventina di studenti contro il green pass obbligatorio: “È la morte dello Stato di diritto, siamo discriminati per motivi politici”. Laconica la risposta del rettore Delfino: “In questo ruolo rappresento la cultura e la scienza pro tempore. Oggi la cultura e la scienza lanciano messaggi inequivocabili: il vaccino protegge dal virus e ci farà uscire dalla pandemia. Invito tutti a riflettere e ad avere alto senso civico”.

Per il resto il vertice dell’ateneo genovese traccia un bilancio positivo: “Abbiamo avuto una buona risposta da parte degli studenti e delle famiglie che hanno capito il valore di questa università. Sono numeri in crescita, è un ateneo che racchiude circa 34mila studenti. Oggi il mondo della formazione è fondamentale per svilupparsi a livello professionale ma anche di percorso di vita”.

Mesi decisivi anche per partire con l’iter che porterà l’ex facoltà di Ingegneria a trasferirsi agli Erzelli: “È un progetto che risale ormai a 15 anni fa, la nostra Scuola di ingegneria di cui oggi festeggiamo il 150esimo necessita di una sede adeguata. Abbiamo trovato, grazie all’impegno del Governo, della Regione e del Comune una quadratura sull’aspetto economico finanziario. Oggi si tratta di diventare operativi e nel 2022 non ho dubbi che l’Università di Genova lo sarà“, conclude Delfino.

leggi anche
controlli green pass università
Normalità
Il rettore dell’Università di Genova: “Lezioni in presenza al 100%, spero da fine primo semestre”
Generico novembre 2021
Sostegno
L’Università di Genova aprirà uno sportello per assistere le donne vittime di violenza