Sampdoria sconfitta dalla Fiorentina: serata nera per Murru, centrali okay ma alla fine vince Vlahovic - Genova 24
Pagelle

Sampdoria sconfitta dalla Fiorentina: serata nera per Murru, centrali okay ma alla fine vince Vlahovic

La squadra di D'Aversa combatte ma i goal subiti mettono in mostra lacune notevoli quando si tratta di difendere su attacchi laterali

Sampdoria Vs Hellas Verona

La Sampdoria torna dal “Franchi” con una sconfitta. La Fiorentina si è imposta 3 a 1. I viola sono partiti attaccando con forza e convinzione, con la Sampdoria costretta ad affidare alle ripartenze i propri attacchi. Nonostante la maggior produzione offensiva dei padroni di casa, i blucerchiati sono passati in vantaggio con Gabbiadini. Ma la squadra di Italiano non ha perso il filo del discorso e ha trafitto tre volte Audero con azioni ai fianchi. Nel secondo tempo, la Samp ha provato a fare qualcosa di più. Occasioni ambo i lati ma risultato rimasto invariato.

Audero 6. Incolpevole sui goal, non sbaglia quando chiamato in causa. Uscita tempestiva su Sottil nella ripresa che evita un passivo ancor più pesante.

Colley 5,5. Duello rusticano con Vlahovic. Tiene spesso botta e limita in numerose occasioni la punta serba. Tuttavia, il centravanti viola segna eludendo una marcatura abbastanza blanda e lo costringe a un’ammonizione che significa squalifica. Dura lex sed lex.

Ferrari 6. Sempre attento e in coppia con Colley evita che la Fiorentina buchi centralmente. Anche lui però è costretto al giallo per fermare Vlahovic.

Murru 4,5. Callejon gli sbuca davanti e segna il goal del pareggio. Legge male la palla indirizzata da Biraghi verso Bonaventura in area. Serataccia: D’Aversa lo rimpiazza con Augello per far sì che non piova sul bagnato.

Bereszynski 5,5. Meglio rispetto al collega sull’altra fascia. Spinge poco.

Candreva 6,5. Elisir di eterna giovinezza recuperato, forse, dall’armadietto di Quagliarella. Si spegne con l’andare della partita. Ma svaria su tutto il fronte ed è lui a servire l’assist a Gabbiadini.

Thorsby – Silva 6. Un po’ più intraprendente il norvegese, ma in fondo voti e prestazioni di entrambi possono essere assimilabili. Partita di contenimento, infatti la Fiorentina raramente fa male centralmente, ma poca creatività in termini di manovra. Messaggio involontario a Faggiano.

Verre 5. Costretto a correre spesso all’indietro non riesce a trovare il guizzo giusto in avanti. Partita anonima.

Gabbiadini 7. Senza dubbio, il più frizzante in avanti. Segna un goal da bomber di razza ed entra in un buon numero di azioni.

Caputo 5,5. L’unico squillo è un inserimento con conclusione murata da Terracciano in uscita. Azione che sarebbe stata invalidata per fuorigioco. Insufficienza non grave perché se non arrivano palloni ci può fare davvero poco.

D’Aversa 5,5. La Fiorentina è più forte. E qui non ci piove. Così come è lapalissiano che manchi un regista. Tuttavia, se si imposta una formazione da difesa e contropiede allora che la prima sia fatta con maggiore attenzione.

 

leggi anche
Sampdoria Vs Bologna
Sconfitta
Sampdoria avanti con Gabbiadini, ma la Fiorentina dilaga sugli esterni: 3 a 1 al “Franchi”