Rifiuti e degrado, anche Città Metropolitana si mobilita per Sampierdarena e San Teodoro - Genova 24
Sporcizia

Rifiuti e degrado, anche Città Metropolitana si mobilita per Sampierdarena e San Teodoro

Il presidente del municipio Centro Ovest, Fabrizio Maranini, prima scrive ad Amiu, senza però ricevere alcuna risposta, e poi alla Città metropolitana di Genova, da cui invece ha ottenuto immediato riscontro

Generico novembre 2021

Genova. Nella zona di San Teodoro e Sampierdarena i disagi dovuti alla cattiva gestione della raccolta rifiuti –  dalla mancata costanza dello svuotamento dei vari bidoni per la raccolta differenziata e per quella indifferenziata, per la pulizia dei marciapiedi, delle scalinate e delle crose – hanno portato il presidente della Seconda Commissione del Municipio Centro ovest, Fabrizio Maranini, a scrivere a titolare personale ad Amiu, senza però ricevere alcuna risposta, e di conseguenza alla Città metropolitana di Genova, da cui invece ha ottenuto immediato riscontro.

“È mio desiderio ringraziare pubblicamente la direzione ambiente della Città Metropolitana per aver sollecitato Amiu a rispondere alle richieste inviate quale presidente della Seconda Commissione del Municipio Centro ovest”, scrive il presidente Fabrizio Maranini in una nota diffusa.

E spiega: “Il 18 ottobre abbiamo avuto l’incontro della Commissione che avevo convocato proprio per i problemi sulle postazioni Amiu e sulla pulizia di Sampierdarena e San Teodoro, riunione alla presenza di alcuni comitati che ne avevano fatto richiesta, dei consiglieri municipali e dei capiarea di Amiu”.

“Il 20 0ttobre – continua Maranini – invio richiesta scritta ai capiarea Amiu del Ponente per avere maggiori dettagli sul piano industriale che l’azienda ha sulle due delegazioni: postazioni, frequenza svuotamento, frequenza pulizia marciapiedi e strade ed altro ancora. Il 25 arriva una comunicazione che non ritengo una risposta: “Le richieste sono stati girate all’ufficio comunicazione di Amiu”.

Generico novembre 2021

Il presidente Maranini poi prosegue puntando il dito contro i mancati riscontri: “il silenzio assordante dura diversi giorni, finché il 12 novembre, non capendo il perché le risposte tardano cosi tanto ad arrivare, interpello direttamente la Direzione Ambiente dell’area metropolitana di Genova che risponde subito sia tramite la mail certificata del Municipio sia, ad Amiu Genova SpA chiedendo loro di dare riscontro a stretto giro di posta la Municipio Centro Ovest e mettendo a conoscenza anche la stessa Città Metropolitana di Genova, alle richieste contenute nella comunicazione stessa, peraltro già inviata ad Amiu Genova SpA dal Municipio II Centro Ovest in data 20 ottobre senza ottenimento di alcuna risposta.

E conclude: “Ora attendiamo e pretendiamo, insieme ai cittadini del territorio, risposte ancor più esaurienti e dettagliate da parte di Amiu Genova SpA su quanto richiesto nella lettera che allego anche a questa comunicazione e rilanciamo chiedendo perché non è stato ancora sostituito l’unico compattare della plastica che serviva tutto il ponente della citta di Genova, andato distrutto con il tragico crollo del ponte Morandi”.

La lettera

Al capoarea di AMIU per la zona ponente Dott.ssa Enrica Sciutto
All’ Assessore Ambiente Comune di Genova Dott. Matteo Campora
E p.c. al Presidente del Municipio II C.O. Michele Colnaghi

Considerato quanto emerso durante la seduta della Seconda Commissione del 18 ottobre u.s., in relazione alla frequenza di svuotamento dei vari bidoni per la raccolta differenziata e per quella indifferenziata, per la pulizia dei marciapiedi, delle scalinate e delle crose;

Evidenziata la diversità di metodo usato per la raccolta dai bidoni ad alta capacità rispetto alla raccolta dai bidoni medio piccoli posizionati nelle vie più strette;

Considerando altresì la necessaria manutenzione e pulizia dei bidoni di vario tipo;

Si chiede, al capoarea AMIU del Ponente di inviare alla Commissione Seconda del Municipio C.O. il piano industriale di AMIU relativo ai territori di Sampierdarena e San Teodoro per l’anno in corso dettagliando:

– la mappa con orari e frequenza dei giri di ciascun mezzo utilizzato, diversificando per la raccolta differenziata e per quella indifferenziata sia per i bidoni ad alta capacita che per quelli medio piccoli indicando anche il livello di carico per ogni giro.

– La mappatura e la frequenza per zona delle pulizie dei marciapiedi, delle scalinate e delle crose presenti nel territorio municipale diversificando ove venga utilizzato lo spazzamento meccanico dove quello manuale.

– Indicare quantità e tipologia dei cassonetti cambiati nell’anno perché trovati rotti o perché risultati da riparare.

– Descrivere il funzionamento, la quantità ed i tempi di risoluzione delle segnalazioni che arrivano tramite l’applicazione utilizzata da AMIU.

Cordialmente, in attesa di riscontro.

Fabrizio Maranini
Presidente Seconda Commissione
Municipio II Centro Ovest

 La posizione e replica di Amiu

“La struttura comunicazione di Amiu Genova è quotidianamente impegnata a prendere in carico tutte le segnalazioni provenienti dal territorio e ad assicurare che a ognuna venga dato puntuale riscontro: questo avviene in media tra i tre e i sette giorni lavorativi”, afferma Amiu nel replicare a quanto esposto e scritto da Fabrizio Maranini circa i disagi e i disservizi riscontrati nelle zone di San Teodoro e Sampierdarena.

E continua: “Grazie alla piattaforma Segnalaci attivata dal Comune di Genova a inizio anno (https://segnalazioni.comune.genova.it/), Amiu garantisce all’utenza un costante aggiornamento della gestione della segnalazione, che può avvenire anche telefonicamente contattando il numero verde 800.95.77.00. La piattaforma consente all’azienda di avere una situazione in tempo reale dello stato del servizio sul territorio e valutare le iniziative più opportune sia per risolvere le criticità nell’immediato sia eventualmente per apportare migliorie all’organizzazione del servizio nel breve e medio periodo”.

E conclude: “A breve sarà disponibile anche la nuova App di Amiu dove il servizio Segnalaci sarà totalmente integrato così da fornire ai cittadini e ai loro rappresentanti un’ulteriore possibilità di confronto con l’azienda. L’azienda conferma la consueta disponibilità per approfondire i temi sollevati dal Municipio Centro Ovest nelle sedi più opportune”.