Recco, Comune si rivolge al terzo settore per la co-progettazione di azioni per minori e famiglie - Genova 24
Collaborazione

Recco, Comune si rivolge al terzo settore per la co-progettazione di azioni per minori e famiglie

Moduli da inviare entro le ore 12 del 12 novembre

minori stranieri non accompagnati

Recco. Il sindaco Carlo Gandolfo e l’assessore ai servizi sociali Francesca Aprile informano che è stato pubblicato l’avviso di manifestazione di interesse rivolta agli enti del terzo settore con cui effettuare le attività di co-programmazione e co-progettazione per l’attuazione di azioni a favore di minori e famiglie.

Pensando ai più piccoli e al loro futuro, il progetto ha la finalità di “delineare una visione condivisa dell’area di intervento di accompagnamento della genitorialità, identificando gli obiettivi trasversali e le azioni che permettono di raggiungere tali obiettivi”.

“Con la pubblicazione di questo avviso avviamo per la prima volta la formula della co-programmazione e della co-progettazione, un nuovo modo di intendere la relazione fra amministrazione pubblica e soggetti del privato sociale per rispondere ai bisogni di bambini e famiglie”, commentano il sindaco Gandolfo e l’assessore Aprile.

E continuano: “Ci riuniremo intorno a un tavolo per elaborare in maniera condivisa un documento di sintesi circa gli interventi da realizzare. Per candidarsi gli enti del terzo settore dovranno operare da almeno tre anni sul territorio del Comune di Recco”.

La manifestazione di interesse dovrà essere effettuata attraverso il modulo scaricabile dalla home page del sito del Comune di Recco, da inviare entro le ore 12 del 12 novembre 2021 all’indirizzo email: protocollo@comune.recco.ge.it. I primi due incontri tra i soggetti ammessi, l’Amministrazione Comunale e gli uffici comunali, sono stati fissati per il 18 novembre, ore 14,30 e il 2 dicembre, ore 14,30, sempre presso la Sala Polivalente.