"Produttori dei vaccini guadagnano 65mila dollari al minuto". L'appello per la distribuzione equa in tutto il mondo - Genova 24
34 miliardi all'anno

“Produttori dei vaccini guadagnano 65mila dollari al minuto”. L’appello per la distribuzione equa in tutto il mondo

La People's Vaccine Alliance: "Ricavi altissimi perchè vendono quasi esclusivamente ai paesi ricchi. Solo il 2% dei paesi poveri ha avuto le due dosi di vaccino"

vaccino vaccini generica

Mondo. Le principali case farmaceutiche proprietarie dei vaccini contro il Covid 19 utilizzati dai paesi occidentali, Pfizer, BioNTech e Moderna, guadagnerebbero 65 mila dollari al minuto, vale a dire più di mille dollari al secondo. È la stima contenuta in un rapporto della People’s Vaccine Alliance, l’associazione di ong che si batte per la distribuzione equa dei vaccini in tutti i paesi del mondo.

Secondo quanto riportato dall’associazione, queste tre case farmaceutiche riescono a guadagnare queste cifre grazie al fatto che vendono praticamente tutte le loro dosi ai paesi più ricchi del pianeta “a scapito quelli che non si possono permettere di pagarle e infatti sono molto indietro nella somministrazione dei vaccini”.

Secondo quanto riporta l’Agi, la stima dei ricavi è stata fatta sulla base dei risultati pubblicati dalle tre società, che complessivamente prevedono di arrivare ai 34 miliardi di profitti solo per questo 2021. Diverso sarebbe il caso di AstraZeneca e Johnson & Johnson, che finora hanno venduto i loro vaccini al prezzo di costo.

E il giudizio morale è senza mezze misure: “È indecente che poche imprese intaschino milioni di dollari di utili ogni ora che passa, mentre solo il 2% dei Paesi a basso reddito ha ricevuto le due dosi di vaccino contro il coronavirus“, sottolinea Maaza Seyoum dal dipartimento africano della People’s Vaccine Alliance e African Alliance.

L’associazione contesta anche il fatto che, nonostante un finanziamento pubblico di oltre 8 miliardi di dollari, Pfizer, BioNTech et Moderna hanno sempre respinto gli appelli a trasferire la tecnologia dei vaccini ai produttori locali dei Paesi a basso reddito attraverso l’Oms, “una misura che potrebbe aumentare l’offerta mondiale, abbassare i prezzi e salvare milioni di vite”. La Pva da tempo invita i giganti dell’industria farmaceutica a togliere immediatamente i brevetti che proteggono i vaccini anti Covid, e una trattativa su questo e’ in corso presso l’Organizzazione mondiale del commercio.